ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo Capo dell'Arma dei Carabinieri (dal 24.09.1994 al 31.12.2017), ora docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

martedì 22 agosto 2017

ULCERE TROPICALI: QUANDO I MEDICI TI TERRORIZZANO, ARRIVA PIETRO BISANTI: OSSERVATE LA POTENZA DEL CORPO UMANO

PRIMI GIORNI DI LUGLIO 2017 - DUE MEGA ULCERE TROPICALI AL PIEDE DESTRO





14 AGOSTO 2017: GUARIGIONE QUASI TOTALE 




ULTIMO SCAMBIO DI MESSAGGI SULLA CHAT DI FACEBOOK

ciao pietro. il piede è quasi completamente apposto. ieri ho giocato pure a ping pong. e ho dato una lezioni a medici e parenti. questo sempre grazie a te. sei un grande. ti voglio bene amico mio



COMMENTO

I primi giorni di luglio sono stato contattato da un mio amico, il quale, in vacanza in Thailandia, aveva visto alcune ferite superficiali su entrambi i piedi trasformarsi in enormi ulcere tropicali.

La risposta ufficiale era sempre la stessa: antibiotici, antibiotici ed ancora antibiotici.

Sembra per tutti che il nostro corpo sia una macchina inerme incapace di difendersi. Ed è proprio così, quando si fanno scelte alimentari e di vita completamente contronatura.

La persona in questione, della quale conservo l'anonimato, veniva da una pregressa storia di assunzione di psicofarmaci, che lo avevano completamente distrutto nel corpo e nella mente.

Dopo un paio di anni di cambio TOTALE dello stile di vita, soprattutto alimentare, l'interessato è talmente rinato da essere in grado di andare da solo in Thailandia, per assaporarne sole e frutta.

Purtroppo, a mio giudizio, il suo sistema immunitario era ancora in fase di riparazione e, complice il repentino cambio climatico (e una alimentazione non proprio corretta negli ultimi tempi), ecco che le banali escoriazioni si sono tramutate in quello che vedete in foto.

Sentitici telefonicamente, nonostante non possa dare pareri medici, ho espresso esattamente la mia opinione: "Prendendo antibiotici non farai altro che distruggerti la flora intestinale appena risistemata dopo anni di psicofarmaci. Hai sollecitato troppo il tuo sistema immunitario. Stai alla larga dagli antibiotici e prendi il primo volo per l'Italia (così come poi ha fatto)".

Nonostante i medici degli ospedali locali gli avessero prospettato la possibilità di una necrosi con amputazione se non si fosse ricorso agli antibiotici, ha tenuto duro, virando subito verso un'alimentazione crudista, tenendo pulite le ulcere e lasciandole esposte.

L'ultima foto è emblematica di cosa significhi avere fiducia nel proprio corpo.

Cosa si può imparare da questa vicenda?

1) Non sottoporre MAI il proprio sistema immunitario, quando ancora in fase di riparazione, a stress troppo elevati.

2) L'alimentazione vegancrudista al 100% a bassissimo livello di grassi e a prevalenza fruttariana è l'arma di elezione per ripristinare e mantenere la salute che tutti meritiamo, assieme al digiuno quando si necessiti di azioni più profonde.

3) Gli antibiotici NON sono acqua fresca e creano danni incalcolabili per mesi, se non addirittura anni.

4) Tutto GUARISCE ai SUOI TEMPI. Smettiamo di cercare guarigioni effimere momentanee che altro non sono che quello che la medicina ufficiale sa fare meglio: SOPPRESSIONE DEL SINTOMO.

5) Smettiamo di AVERE PAURA. La medicina ufficiale uccide già aprendo bocca e prospettando disgrazie a non finire.

Questo è l'Igienismo Naturale. Questa è la fiducia nel proprio corpo. Questa è la salute.

Avanti così
Pietro Eupremio Maria Bisanti


domenica 20 agosto 2017

XANAX DISTRUTTIVO: LEGGETE COSA TALE MERDA CHIMICA PUO' FARE A UN ESSERE UMANO

LETTERA

Buonasera,

Ho assunto bruscamente di assumere lo xanax 4 giorni fa e, dato il mio malessere di questi giorni che già preventivavo (non è la prima volta che lo faccio, per quanto sembri io così irresponsabile, non sto facendo quasi altro se non cercare su internet informazioni che possano essermi utili che io già non conosca per affrontare i sintomi da astinenza di questa merda di medicina).

Ed ecco che ho trovato il suo blog.

Ho dato un’occhiata ancora troppo furtiva e veloce ad alcuni articoli ma sto capendo che forse quello che lei condivide come pensiero e possibile approccio per riprendersi in mano la propria vita è esattamente quello che mi serve.

E’ circa un anno che provo a togliere xanax gradatamente, secondo i consigli di medico psicologo e psichiatra, ma non ci sono riuscita. Ho avuto comunque il presentarsi di conseguenze dell’abbassare il dosaggio che non mi aspettavo, che mi hanno atterrita e portato anche per l’ovvio motivo di dover proseguire i miei impegni (con i sintomi di astinenza non riuscivo, rischiavo di compromettere troppo), a riprendere il dosaggio delle gocce a cui mi ero ormai abituata.

Lo assumo da circa due anni e mezzo.

All’inizio sporadicamente, anche solo con 5 gocce dormivo tutta la notte.
Poi no, anche con 100/120 al giorno non ho avuto più effetti benefici.
Anzi.

Forse il senso di stordimento e rallentamento perenne in ogni cosa, movimento fisico e spesso anche mentale..il perdere la memoria anche in cose elementari..tutte queste cose mi hanno portato ad odiare questa medicina che mi ha rubato me stessa…ed a volerla eliminare dalla mia vita.

Come le ho detto sopra era un anno che provavo a scalarla.  Agli effetti collaterali propri del farmaco si sono aggiunti quelli dell’astinenza e non sono riuscita nei miei intenti.
Non mi sento nemmeno in grado di dare un senso logico a questa mail, mi perdoni.

Ho deciso di toglierlo bruscamente, dopo aver raggiunto una dose tra le 70 e 90 gocce al giorno, mercoledì scorso.
So che tutto quello che mi stanno attraversando mente e corpo tanto da farmi sentire così INVALIDA è dovuto allo xanax.

Vorrei capire da lei, se può dirmi, come posso affrontare il prossimo periodo di astinenza al meglio, cercando di quantomeno sfumare tanti sintomi spiacevoli.
Se sa dirmi quanto potrà durare tutto questo. Mesi, anni. Per sempre.
Ho 29 anni.
Violenza durante l’infanzia.
Dai 17 sintomi depressivi e una grandiosa evoluzione di quasi tutti i disturbi alimentari maggiori tranne l’obesità.

Svariati tentativi di cure psicologiche e..farmacologiche. Anche se sono sempre stata avversa all’idea di queste ultime. Ed anche se ho provato a prendere diversi tipi di psicofarmaci, (su consiglio di medici etc..a volte anche di iniziativa mia nell’andare da uno psichiatra nei momenti di debolezza maggiore, quando pensavo di non essere in grado da sola, che la mia mente non fosse in grado da sola)..ansiolin fluoxetina depakin lamictal entact di altri non ricordo nemmeno il nome..ovviamente non tutti insieme..tutti questi ‘tentativi’ di migliorare la mia vita tramite medicine sono stati frenati da me, spesso senza nemmeno il parere medico, dopo pochi mesi o anche meno, in momenti di maggiore lucidità.

Le ho scritto un casino. Grazie comunque se avrà la disponibilità di leggere questa mail e di rispondermi.

Lettera firmata


RISPOSTA

Buongiorno Anonima,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Veniamo a noi.

Ci è sicuramente voluto molto tempo ma alla fine ha aperto gli occhi.

Questa è la realtà: milioni di persone nel mondo completamente distrutte da sostanze demoniache, che annientano corpo, anima e il proprio IO più profondo.

Ora, gli errori principali che si fanno quando si decide di abbandonare tali molecole sono principalmente due:

1) Scalaggio assente o troppo veloce: a meno che non ci si trovi davanti a una situazione di enorme tossicità per cui risulta indispensabile eliminare di colpo i farmaci perché il corpo non ha più neanche la forza di metabolizzarli (e questo accade quando si prendono per anni e anni diversi tipi di farmaci, continuando a cambiare), il mio consiglio è quello di scalare un farmaco alla volta, del 10% al mese.

2) Scalare senza CAMBIARE RADICALMENTE LO STILE DI VITA, soprattutto eliminando il fumo e virando senza riserve verso un'alimentazione impeccabile (e per impeccabile intendo vegancrudista ad altissimi livelli di frutta, a bassissimi livelli di grasso e a ZERO GLUTINE), significa essere destinati a fallire o comunque a non ottenere risultati saldi e duraturi.

Bisogna anche stare attenti al concetto di GRADUALITA': un corpo distrutto da anni di farmaci significa un INTESTINO distrutto da anni di farmaci. Per questo motivo NON si può pensare di poter ricominciare a ingozzarsi di frutta dall'oggi al domani perché pur essendo il cibo elettivo per l'uomo, l'apparato digerente potrebbe non essere in grado all'inizio di assimilarla correttamente. Quindi PIANO PIANO, ogni giorno UN PASSO.

Quando i farmaci saranno stati eliminati si potrà pensare, se non arriveranno i risultati sperati, a un periodo di digiuno, in modo da aiutare il corpo nella fase di disintossicazione. Non bisogna MAI dimenticare che i farmaci presi anche molti anni fa permangono comunque nei grassi e permangono i cambiamenti biochimici dagli stessi causati. Un farmaco non "sparisce" solo perché non lo si trova più nel sangue. Un farmaco sparisce quando i suoi EFFETTI sono stati eliminati attraverso il ripristino di una corretta biochimica cerebrale (lavoro, questo, che SOLO il corpo può fare in autonomia. Noi dobbiamo dargli la possibilità di farlo attraverso scalaggio intelligente e stile di vita impeccabile).

Sole, aria pulita, alimentazione impeccabile, scalaggio intelligente, esercizio fisico moderato, eliminazione di qualunque tipo di sostanza tossica (profumi, amalgame al mercurio, creme per la pelle piene di merda etc...) e il TEMPO che ci vuole. Questa è l'unica strada LOGICA e SENSATA che io conosca per tornare in salute.

Il resto sono tutte scorciatoie che, prima o poi, portano un salatissimo conto da pagare.

Questo è il piano di dismissione che da igienista e NON medico seguirei se fossi nella sua stessa situazione.

1) Acquistare immediatamente il mio libro "Assassini in pillole: la Psichiatria moderna vista con gli occhi di un carabiniere". Non divento certo ricco vendendole un libro, ma a lei permetterà di capire finalmente in chiave igienista come funziona il corpo umano e come lo si mantiene in salute.

2) Leggere ATTENTAMENTE questo vademecum che spiega ESATTAMENTE come ripristinare la salute quando si è in terapia psichiatrica http://pietrobisanti.blogspot.it/2015/12/come-ci-si-disintossica-dagli.html, e potrà seguire il piano alimentare ivi esposto.

Io ci sono

Pietro Eupremio Maria Bisanti


Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pietrobisantiblog@gmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.


"MIO MARITO CONTINUA A PEGGIORARE CON GLI PSICOFARMACI. LEI LO PRENDEREBBE IL LITIO?"

LETTERA

Salve sono moglie di un uomo a cui, da alcuni anni, è stato diagnosticato il disturbo bipolare di tipo misto. 

Purtroppo gli psicofarmaci non hanno dato risultati sperati... per caso vagando su vari siti che riguardavano la malattia bipolare ho incontrato il suo articolo .... devo dire che sono pienamente d'accordo con lei. Ho sempre pensato che gli psicofarmaci fanno più male che bene...  

Ma purtroppo non è facile qui in Italia dire di no a molti cibi buoni ma dannosi. E quindi essere vegan per un uomo che ha poco controllo sulla sua mente è parecchio difficile. Anche perché lui si consola mangiando di tutto....

Avrei bisogno di un aiuto da parte di lei. Mi dica se lei è d'accordo con assumere pastiglie di litio? E l'unico farmaco che ancora mio marito non ha provato...cosa posso fare perché mio marito guarisca? 
Per favore mi dica come devo fare. Continuando a pagare psichiatra e non vedendo risultati è deprimente... 
In attesa della sua risposta le porgo i miei saluti. 

Lettera firmata


RISPOSTA

Buongiorno Anonima,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Veniamo a noi.

Mi scusi se sarò diretto e potrò anche apparirle maleducato ma penso che dirsi le "cose in faccia" sia la più grande forma di rispetto reciproca.

1) Suo marito è stato completamente annientato dagli psicofarmaci come lei dice. Lei stessa se ne rende conto, eppure continua imperterrita a nutrire, almeno apparentemente, fiducia nella "magica pillolina che fa tornare il sorriso"... Di che cosa ha bisogno ancora, di vedere suo marito in una bara sotto tre metri di terra per capire che nessun composto chimico potrà mai e poi mai guarire i mali dell'animo umano?

2) Suo marito ha un appetito fuori misura proprio A CAUSA dei farmaci che sta assumendo, che sconquassano il metabolismo insulinico.

3) Non sono qui a sentire lamentele. Se uno crede nel messaggio che sto portando avanti da anni, e cioè che la maggior parte dei problemi mentali sono causati in tutto o in parte da problemi di intossicazione interna derivati soprattutto da alimentazioni obbrobriose e contro natura, altro non c'è da fare se non agire, facendo ogni giorno un piccolo passo verso la salute. Il diretto interessato DEVE essere il primo a crederci, certo è che non serve a nulla chiudere a chiave la dispensa o il frigorifero. Chi ne è dentro fino al collo, deve conservare un barlume di lucidità e impegnarsi.

4) Viene a chiedere a me, in un blog che contiene oltre 1000 articoli riguardanti per lo più testimonianze di gente completamente rovinata dagli psicofarmaci, se assumerei quella merda chiamata "litio"? La mia idea si evince senza difficoltà alcuna ma siete LEI e suo marito che dovete capire da che parte volete stare: da quella medica, con pastiglie da mandare giù dalla mattina alla sera, con i risultati che sono davanti ai vostri occhi, oppure da quella igienista, che punta al riequilibrio del corpo attraverso uno scalaggio lento e mirato e un'alimentazione impeccabile?

Questo è il piano di dismissione che da igienista e NON medico seguirei se fossi nella stessa situazione di suo marito.

1) Acquistare immediatamente il mio libro "Assassini in pillole: la Psichiatria moderna vista con gli occhi di un carabiniere". Non divento certo ricco vendendole un libro, ma a lei permetterà di capire finalmente in chiave igienista come funziona il corpo umano e come lo si mantiene in salute.

2) Leggere ATTENTAMENTE questo vademecum che spiega ESATTAMENTE come ripristinare la salute quando si è in terapia psichiatrica http://pietrobisanti.blogspot.it/2015/12/come-ci-si-disintossica-dagli.html, e potrà seguire il piano alimentare ivi esposto.

Io ci sono

Pietro Eupremio Maria Bisanti

Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pietrobisantiblog@gmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.

giovedì 10 agosto 2017

VALDO VACCARO, SEI SEMPLICEMENTE STRAORDINARIO



Questo è il link all'ultima tesina del dott. Valdo Vaccaro relativamente al cancro.

Sbeffeggiatelo quanto volete (e parlo per i poveri ignoranti che credono di sapere qualcosa, medici compresi, ma che in realtà nulla hanno capito di cosa sia il corpo umano e di come funzioni), ma non ho alcun dubbio che l'Igienismo Naturale e il dott. Valdo Vaccaro quale esponente principale in Italia contribuiranno alla rinascita non solo del nostro Paese, ma dell'umanità intera.

Avanti così' Valdo Vaccaro, avanti così contro tutte le avversità.

Sono onorato ogni giorno di più di far parte del TUO corpo docenti alla Health Science University

Non sono uno che fa complimenti con tanta facilità.

Ma quando ci vuole ci vuole.

Pietro Eupremio Maria Bisanti


lunedì 7 agosto 2017

UN LEONE NON PERDERA' MAI LA CRINIERA FACENDOSI LA CHEMIOTERAPIA

DAL SERVIZIO "CHATTA ORA" DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE" DI PIETRO BISANTI


My Live Chat
LiveChat Offline Message Received
Dear pietro eupremio maria bisanti,
You have received an offline message, sent from mylivechat.com with the following details:
Name:roberto
Email:**********************************
Time:2017-07-11 16:55:55
Referrer:https://www.mylivechat.com/chat/
IP:93.44.78.211
Location:Napoli, Campania, Italy
Client:Android/ Safari4/ it-IT
Subject:(untitled)
Message:Salve
gradirei conoscere il suo parere sui farmaci della medicina cinese tradizionale
grazie

Thank you for using mylivechat.com for your Live Chat services.

Sincerely,
My Live Chat Team

RISPOSTA
Buongiorno sig. Roberto,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Veniamo a noi.

Nel corso di questi anni di studi indipendenti riguardo l'Igienismo naturale (e tanto altro), la mia idea me la sono fatta.

La maggior parte delle persone che mi contatta è sempre in cerca di un RIMEDIO, sia esso allopatico, alternativo o addirittura spirituale.

Non nego assolutamente l'utilità dei farmaci allopatici in talune situazioni di emergenza, come la puntura di un calabrone in gola o se cado da una rupe, questo lo ribadisco da sempre.

Non nego, sempre nelle medesime situazioni emergenziali, come moltissimi rimedi ritenuti alternativi possano spesso espletare la medesima funzione dei farmaci allopatici con minore tossicità.

Detto questo, pur non conoscendo i rimedi a disposizione della medicina cinese (e quindi senza poterle rispondere nello specifico), rimango convinto che la maggior parte dei farmaci/rimedi utilizzati

1) emergenzialmente, trovino la loro collocazione nel RIMEDIARE agli stili di vita obbrobriosi dell'essere umano moderno, soprattutto in campo alimentare (basti pensare a un infarto, un ictus o altre similari emergenze DIRETTAMENTE ricollegate al modo di vivere);

2) nel lungo periodo, trovino la loro collocazione nel SOFFOCARE la sintomatologia di manifestazioni croniche determinate sia da stili di vita errati che da perseveranze di tipo iatrogeno e cioè medico-indotte. Mettiamocelo bene in testa, in natura il dolore cronico, quello che non ti abbandona mai per settimane o mesi NON ESISTE: un leone, ben più intelligente di noi, NON si farà mai la chemioterapia perdendo la sua meravigliosa criniera e sostituendola con una parrucca.

Quindi, vado oltre alla sua domanda...

Rispettiamo il nostro corpo e la salute sarà la NORMA.

Rispettiamo il nostro corpo e in caso di emergenze, ben vengano i farmaci salvavita

Rispettiamo il nostro corpo e in caso di emergenze causate dal nostro stesso stile di vita, ben vengano i farmaci salvavita se poi saranno la SVOLTA per cambiare finalmente stile di vita.

Rispettiamo il nostro corpo e ben vengano i rimedi alternativi utili e sicuri che possano dare una mano al nostro sistema immunitario al momento, ricordando SEMPRE che la salute NON si costruisce con un rimedio, qualunque esso sia, bensì attraverso la costante aderenza a uno stile di vita alimentare/psicologico/emozionale compatibile con la nostra vera natura.

SI' al cortisone se mi punge un calabrone in gola

SI' all'olio di iperico sopra una scottatura

NO, ORA e PER SEMPRE ai paraculismo di chi pensa di poter abusare del proprio corpo solo perché può riempirsi di pastiglie stroncasintomo.

Avanti così

Pietro Eupremio Maria Bisanti






Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pietrobisantiblog@gmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.