ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo Capo dell'Arma dei Carabinieri (dal 24.09.1994 al 31.12.2017), ora docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

martedì 28 ottobre 2014

PRIMA TENTO DI AMMAZZARE MIO MARITO, POI FACCIO FUORI DUE FIGLI E INFINE CI PROVO CON IL TERZO. POI MI IMPICCO: ANTIDEPRESSIVI, SENTO IL VOSTRO FETORE

Omicidio-suicidio a San Giovanni, i pm: "Un delitto preordinato"
La donna era affetta probabilmente da una grave forma di depressione. Trasferita al Bambin Gesù dopo l'intervento chirurgico la bimba sopravvissuta: è ancora gravissima. Operato anche il padre, che è fuori pericolo: gli inquirenti attendono il via libera per l'interrogatorio

Avrebbe avuto un piano preordinato per uccidere la propria famiglia prima di togliersi la vita Khadija El Fatkhan, la 42enne marocchina che ieri ha accoltellato mortalmente due figli, ferito un terzo e il marito per poi impiccarsi in casa. Ne sono convinti gli inquirenti che indagano sulla tragedia avvenuta all'alba di ieri in un appartamento al quarto piano di uno stabile occupato in via Carlo Felice 69 a San Giovanni, Roma. La donna era probabilmente affetta da una grave forma di depressione. Nulla fa ipotizzare una ricostruzione diversa: nessun segno di violenza, nessuna ferita da difesa è stata riscontrata sul corpo della donna. 

Il procuratore aggiunto Pierfilippo Laviani e il sostituto Francesco Minisci hanno deciso di sottoporre comunque i corpi dei due piccoli, di nove e tre anni, e quello della mamma all'esame autoptico: domani affideranno l'incarico agli esperti dell'istituto di medicina legale della Sapienza. 

Intanto gli inquirenti attendono il via libera dei medici del San Giovanni per ascoltare Idris Jeddou, il marito della donna,  operato per la coltellata all'addome ricevuta dalla moglie, per cercare di fare chiarezza su dinamica e movente. "E' stato operato due notti fa all'addome - spiegano i medici - Resta ricoverato qui e dal punto di vista clinico non dovrebbe avere problemi".

Fonte R.it


RISPOSTA

Quanti altri fatti similari dovranno succedere per svegliare finalmente le coscienze?

Una donna non prende una mannaia, fa quel che ha fatto questa signora marocchina, e poi si impicca.

Non ho la matematica certezza per dirlo, ma sento il fetore di antidepressivi a distanza di chilometri.

Queste pastiglie demoniache trasformano le persone in assassini di se stesse e/o degli altri.

Sono praticamente solo ad affrontare questa battaglia epocale di risveglio delle menti e del pensiero indipendente.

L'impiccagione è e rimane il classico suicidio da antidepressivi, così come documento nel mio blog da anni.

Ora si potrà scavare quanto si vuole nel passato di questa donna: i veri colpevoli sono da tutt'altra parte.

Pietro Bisanti

Per tutti: si può fare una donazione al blog mediante l'apposita funzione nella colonna a destra, oppure scrivendo a pbisant@hotmail.com. Grazie a chi vorrà contribuire a questo enorme e innovativo lavoro informativo.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.



Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.

GLI ANTIPSICOTICI DISTRUGGONO IL CERVELLO: QUESTO BLOG MI HA SALVATO

Anonimo ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "LA LOBOTOMIZZAZIONE È SERVITA!": 

I pazienti devono sapere la verità riguardante gli psicofarmaci. Desidero contribuire al lavoro del signor Bisanti e ci tengo a precisare che si tratta di un lavoro molto importante. Io ho rischiato di lasciarmi rovinare da queste sostanze, tuttora ho degli strascichi a livello cognitivo. Gli studi da leggere sono tantissimi(non parlo di paginette internet ma di studi accademici). Gli psichiatri non ve ne parleranno mai, anzi vi mentiranno. Provate a documentarvi e a parlare loro di questi studi dicendogli che non volete più i farmaci, si arrabbieranno anche.

Parliamo in particolare di antipsicotici (il discorso vale anche per tante altre sostanze psicoattive). Sono stati fatti tanti studi su tali sostanze, questi studi mettono in risalto in modo inequivocabile i danni permanenti arrecati al cervello, davanti all’evidenza gli psichiatri tirano fuori ogni giustificazione dicendo addirittura che sono studi fasulli.
L’alcol uccide i neuroni, conclusioni: fa male e rovina il cervello.
Le droghe uccidono i neuroni, conclusioni: fanno male e rovinano il cervello.
Gli antipsicotici uccidono i neuroni e causano atrofia corticale, conclusioni: tirano fuori ogni giustificazione possibile per dire che non è vero niente, messi con le spalle al muro dicono che il beneficio è maggiore del danno (in certi casi gli do pure ragione, ci sono persone violente e pericolose ma non era il mio caso e magari non è nemmeno il vostro).

Se uno studio parla di neuroprotettività viene sbandierato ai 4 venti mentre tutti quelli che mettono in evidenza danni (la maggior parte) non vengono nemmeno nominati.
Ricordate che in psichiatria è comune mentire al paziente sullo scopo della terapia per mantenere una compliance elevata. Richiedete la cartella clinica in copia legale e non in copia semplice. In tal modo il medico è obbligato a dirvi la verità. Leggete gli studi e non lasciatevi ingannare. Una delle prime cose che si nota nei pazienti che prendono antipsicotici da tempo è l’impoverimento del linguaggio e la difficoltà nell’articolare le frasi. 

Il cervello no si rimette a nuovo dopo che ve lo hanno rovinato. QUESTO BLOG MI HA SALVATO. Diagnosi palesemente fasulla con tanto di testimonianza della mia famiglia che mi ha fatto interrompere i farmaci, sono stato ingannato sul perché della terapia e tuttora ho problemi di memoria e concentrazione(problemi causati dai farmaci). Se ci fosse giustizia dovrei ricevere un risarcimento per danni morali e materiali e lo psichiatra dovrebbe essere radiato dall'ordine e magari farsi un poco di galera. Grazie al signor Bisanti e auguri a tutte le povere vittime della psichiatria. 

Postato da Anonimo in ALIMENTAZIONE E SALUTE di PIETRO BISANTI alle 27 ottobre 2014 20:59


RISPOSTA

Buongiorno Anonimo,
e grazie del suo commento.

Più il blog cresce, più attacchi ricevo.

Ma io me ne infischio, e vado avanti per la mia strada, sapendo di stare dicendo e facendo la cosa giusta.

Concordo con quanto da lei scritto.

Gli psicofarmaci sono molecole così invalidanti da poter creare dei veri e propri danni permanenti al corpo tutto, e al sistema nervoso in particolare.

Ma io rimango un inguaribile sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, anche dopo lunghi e pesanti insulti farmacologici.

"Cibi puliti - pensieri puliti": questo è l'unico binomio guarente.

Il mio unico obiettivo è insegnare alla gente a pensare con la propria testa, in un'epoca in cui si crede più a "Cotto e mangiato" che al proprio istinto.

Avanti così.
Pietro Bisanti

Per tutti: si può fare una donazione al blog mediante l'apposita funzione nella colonna a destra, oppure scrivendo a pbisant@hotmail.com. Grazie a chi vorrà contribuire a questo enorme e innovativo lavoro informativo.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.



Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.

lunedì 27 ottobre 2014

LA LOBOTOMIZZAZIONE È SERVITA!

Anonimo ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "VENT'ANNI DI LITIO, XANAX, DISIPAL ED EFEXOR: EFFE...": 

Ragazzi datevi una guardata. 
Assenza di critica pressochè 0. Ideologismi e desiderio di cure magiche a manetta.... Trovate un Medico decente che ne capisca di disturbi dell'umore, trovate un buono psicologo cognitivo-comportamentale che vi aiuti a metter a punto le strategie migliori per vivere con una persona che ha un disturbo e con i suoi sbalzi dell'umore... questo Blog è abbastanza nocivo, va detto.... 
:-(.




Postato da Anonimo in ALIMENTAZIONE E SALUTE di PIETRO BISANTI alle 15 ottobre 2014 14:57


RISPOSTA

Buongiorno Anonimo.

Non è questo blog ad essere nocivo, bensì l'ignoranza, la lobotomizzazione e la mancanza di pensiero indipendente che ormai pervadono la nostra Era.

E lei ne è l'esempio più eclatante.

Lei parte dal concetto che solo chi è medico possa esprimere un'opinione nel campo della salute che abbia una sua valenza.

Lei lo sa che esistono la logica, la deduzione, l'osservazione, e che nelle università italiane, alla Facoltà di Psichiatria insegnano semplicemente che dalle malattie mentali non si guarisce, e che possono essere arginate solo a suon di bombe chimiche e anni di lettino dello psicologo?

Lei lo sa che questo blog indipendente, gestito da un non-medico, è diventato il più importante punto di riferimento per chi crede che dalle malattie mentali se ne esca eccome, ma non attraverso siringoni e pastiglie, bensì con il binomio "cibi puliti - pensieri puliti".

Vada a leggersi gli oltre 500 articoli presenti, e al posto di mettere le "faccine" come i cosiddetti "bimbominkia", cerchi di espandere il suo pensiero, e non di seguire il gregge come una pecora belante senza personalità (con tutto il rispetto per la pecora).

Pietro Bisanti

Per tutti: si può fare una donazione al blog mediante l'apposita funzione nella colonna a destra, oppure scrivendo a pbisant@hotmail.com. Grazie a chi vorrà contribuire a questo enorme e innovativo lavoro informativo.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.



Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.

IL LAVAGGIO DEL CERVELLO È SERVITO!

Anonimo ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "FEBBRE POST VACCINAZIONE. UN INQUIETANTE SEGNALE": 

Questo è l'esempio dell'ennesimo terrorismo informatico che è nato con l'avvento dei social, dei blog e forum pieni di persone ignoranti in materia che sparano giudizi a caso spacciandosi per medici improvvisati o sciamani guaritori.. grazie a ciò molte persone soffrono di disturbi di panico, IPOCONDRIA e chi più ne ha più ne metta. Farebbero bene a fare una bella pulizia e cestinare tutti questa spazzatura in giro nella rete. 




Postato da Anonimo in ALIMENTAZIONE E SALUTE di PIETRO BISANTI alle 22 ottobre 2014 17:32


RISPOSTA

Buongiorno Anonimo.

Che cosa posso dirle?

Il lavaggio dei media ha perfettamente colto nel segno.

Ora, vada ad imbottirsi di tutti i vaccini esistenti sulla faccia della Terra; osservi la sanissima dieta Mediterranea; veneri l'omega 3 del pesce e le proteine nobili della carne; assuma il meraviglioso zucchero bianco che le darà un sacco di energia; se sarà così "sfortunato" da ammalarsi di tumore (e non fraintenda le mie parole: io auguro a tutti di vivere 100 anni anche ingurgitando schifezze dalla mattina alla sera. A me preme il benessere del prossimo, e non la validità o meno del messaggio che invio, anche se sono arcisicuro di quello che dico), corra a fare la chemioterapia; e per gli attacchi di panico, non dimentichi mai che lo Xanax e il Tavor Oro fanno miracoli...

Detto ciò...

Vada a ripetere il suo commento alle mamme che dopo l'esavalente si trovano con il proprio neonato morto in culla; a quelle che lo ritrovano autistico; a tutte le persone rovinate dagli psicofarmaci, che a detta degli psichiatri sono innocue pillole che non danno nemmeno assuefazione.

Lo dica alle mamme che sotto antidepressivi SSRI-SNRI hanno ucciso i propri figli.

Lo dica a chi sotto Zyprexa è ingrassato di 60 kg.

Lo dica a chi non ha più una vita sessuale a causa di tali molecole invalidanti.

Si svegli. Questo blog è forse l'unica luce nelle tenebre della psichiatria.

Pietro Bisanti

Per tutti: si può fare una donazione al blog mediante l'apposita funzione nella colonna a destra, oppure scrivendo a pbisant@hotmail.com. Grazie a chi vorrà contribuire a questo enorme e innovativo lavoro informativo.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.



Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.

giovedì 23 ottobre 2014

SPEDIZIONE LIBRO "ASSASSINI IN PILLOLE: LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE"

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

Un grazie a tutti i lettori che hanno deciso di acquistare il libro.

Lo abbiamo già spedito in numerose copie, e ora sto provvedendo a farne stampare ulteriori per coprire le richieste.

Sto facendo tutto da solo in autopubblicazione, e vi chiedo quindi di essere pazienti.

Chiunque non lo avesse ancora ricevuto, può sollecitarne la spedizione a pbisant@hotmail.com

Grazie
Pietro Bisanti


lunedì 20 ottobre 2014

MIO FIGLIO È UNA LARVA UMANA. AIUTATEMI

LETTERA
Buonasera Pietro,
ho letto il tuo blog per la prima volta in 16 anni di ricerca continua per scalare i neurolettici a mio figlio che a 22 anni ebbe una crisi psicotica per uso di sostanze stupefacenti (prevalentemente spinelli, ma anche pasticche e qualche sniffata di cocaina).

Lo psichiatra che lo prese in cura, neppure si preoccupò di fargli le analisi dell'urina per verificare se prendeva qualche sostanza, e lui ragazzo bello, solare, sportivo e pieno di amici, senza alcun problema apparente, fu considerato malato di mente e psichiatrizzato con neurolettici che per alcuni anni lo compensarono permettendogli di studiare, laurearsi ed anche specializzarsi.

Nel frattempo lui aveva smesso le sostanze,anche perché di mia iniziativa gli avevo fatto le analisi ed avevo scoperto la causa del suo star male, ma gli psichiatri (tanti interpellati ed anche famosi) ci dicevano che non c'entravano gli spinelli, ma che avevano solo SLATENTIZZATO la malattia. Non mi sono mai rassegnata a questo perché non c'erano mai stati segnali precedentemente di questa malattia, né di qualsiasi forma di disagio nella sua vita!

Sono passati anni, con lui sempre che dal 2006 voleva smettere i farmaci e lo faceva improvvisamente procurandosi crisi che da soli non riuscivamo a contenere e poi perché eravamo pressati dagli psichiatri. alla fine glieli facevamo riprendere per paura ed ignoranza, fidandoci di chi era del mestiere, intervenendo anche con ricoveri in clinica e purtroppo in quest'anno con due TSO.

Poi, mio figlio peggiorava sempre ed ho capito che la psichiatria è una macchina infernale che distrugge solo. Mio figlio oggi è una larva umana, non esce, non si lava, è ingrassato di 25 kg almeno, passa dal divano al letto e fuma, le sue uniche attività. 

Ho tentato in tutti i modi di togliergli i farmaci, frequentando negli ultimi anni dal 2012 anche il metodo alla salute del dott. Loiacono, ma lui non mi ha seguito, oramai è diffidente su tutto, e non so se oggi siano davvero capaci di aiutare mio figlio.   

Non è facile scalare e togliere i farmaci in casa, da soli (oggi mio figlio prende la clozapina che gli ha anche alterato i valori di colesterolo e trigliceridi), soprattutto con una persona che è ormai chiusa nelle sue convinzioni e con cui non puoi dialogare perché delira, e può diventare aggressivo, ma so che lui non è malato, che è ancora vivo e bello dentro e cerco ancora un centro residenziale dove poter eliminare queste schifezze che lo stanno ammazzando.

La mia mail ha proprio questo obiettivo, c'è qualcuno che mi può indicare un posto in Italia o all'estero dove potersi disintossicare dagli antipsicotici, che non sia una comunità psichiatrica? 
A me non risulta ed ho cercato tanto e sono andata dappertutto.
Ma come ha fatto Maradona?

Se c'è qualcuno che ha esperienza diretta di questo me lo faccia sapere,ve ne prego!
Saluti, Anna



RISPOSTA

Buonasera Anna,
e grazie della tua stupenda testimonianza.

Ho ancora il sangue che mi ribolle nelle vene...

Sarebbe bastato contenere le crisi di tuo figlio per vederle sparire da sole, al posto di distruggerlo di farmaci, condannandolo a una vita di stenti.

Ora non bisogna arrendersi.

In Italia non conosco strutture in tal senso, ma ho cominciato un percorso esplorativo all'estero per trovare qualcosa che faccia al caso nostro.

Non vi abbandono. E dobbiamo restituire a tuo figlio la vita che merita, costi quel che costi.

Forza e coraggio

Pietro Bisanti

Per tutti: si può fare una donazione al blog mediante l'apposita funzione nella colonna a destra, oppure scrivendo a pbisant@hotmail.com. Grazie a chi vorrà contribuire a questo enorme e innovativo lavoro informativo.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.



Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.











L'ESEMPIO PIU' LAMPANTE DELLA LOBOTOMIZZAZIONE SOCIALE IN CAMPO PSICHIATRICO

Anonimo ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "VENT'ANNI DI LITIO, XANAX, DISIPAL ED EFEXOR: EFFE...": 

Ragazzi datevi una guardata. 
Assenza di critica pressoché 0. Ideologismi e desiderio di cure magiche a manetta.... Trovate un Medico decente che ne capisca di disturbi dell'umore, trovate un buono psicologo cognitivo-comportamentale che vi aiuti a metter a punto le strategie migliori per vivere con una persona che ha un disturbo e con i suoi sbalzi dell'umore... questo Blog è abbastanza nocivo, va detto.... 
:-( 


Postato da Anonimo in ALIMENTAZIONE E SALUTE di PIETRO BISANTI alle 15 ottobre 2014 14:57


RISPOSTA

Commenti come questo sono l'esempio più eclatante della motivazione per cui la moderna psichiatria ha ormai messo radici così profonde nella nostra società.

Psicofarmaci e psicologi: l'essere umano ormai non vale più niente

Pietro Bisanti


VITTORIA SERENA SI IMPICCA. E IO SO IL PERCHE'

LETTERA

Ciao Pietro, noi due siamo consapevoli degli effetti degli psicofarmaci, sotto ti lascio un link ad un articolo di una ragazza di 19 anni...........

Spero che sia l'inizio di una presa di coscienza, il problema non sono solo i medici che li prescrivono perché oramai trovi dei siti che vendono online qualunque schifezza, io stesso l'altro giorno molto semplicemente ne ho trovati su internet, in due-tre minuti se volevo avevo gia' fatto l'ordine senza ricetta.

È inconcepibile




EMAIL FIRMATA


RISPOSTA

Caro Amico,
grazie di avermi segnalato quanto è accaduto.

Sono l'unico, dico l'unico, in Italia a gridare a gran voce che non sono le depressioni a uccidere le persone (o perlomeno non nel mostruoso numero dei nostri giorni) bensì gli psicofarmaci, soprattutto gli antidepressivi delle categorie SSRI e SNRI.

Ora si cercherà il "colpevole" nel posto sbagliato, e quindi non lo si troverà mai.

E la famiglia di questa ragazza rimarrà per sempre nell'atroce dubbio di cosa sia veramente successo.

Psichiatri, una ragazza di 19 anni non si impicca perché depressa.

Impiccarsi è un gesto non di disperazione, bensì di incoscienza.

Rileggete questo mio "vecchio" articolo, e riflettete.

http://pietrobisanti.blogspot.it/2013/03/psicofarmaci-e-suicidio-per-impiccagione.html


Pietro Bisanti

Per tutti: si può fare una donazione al blog mediante l'apposita funzione nella colonna a destra, oppure scrivendo a pbisant@hotmail.com. Grazie a chi vorrà contribuire a questo enorme e innovativo lavoro informativo.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.



Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.









lunedì 13 ottobre 2014

AMICO MORTO SUICIDA: HO BISOGNO DEL TUO LIBRO. ORA.

LETTERA

Ciao Pietro, come te sono completamente contrario a queste pseudomedicine 
chiamate psicofarmaci (mai presi in vita mia), ed in generale contro quasi 
qualsiasi tipo di medicina da ingerire.
Ho visto gli effetti che provocano in due-tre persone che conosco, ho perso un 
amico (suicidato, penso al 99,9% a causa degli effetti deleteri di queste 
porcherie che prendeva).
Ho bisogno appunto del tuo libro (versione cartacea) per 
aiutare un'altra persona  a cui mi sono affezionato molto sperando che ascolti 

le mie parole



RISPOSTA

Grazie della tua mail, dell'acquisto del libro e del contributo al blog.

"Assassini in Pillole" è in arrivo. Mi fermerò solo quando il regno del terrore della psichiatria moderna sarà finalmente un ricordo.

Pietro Bisanti




SCALAGGIO ABILIFY...HO UNA PAURA FOTTUTA

Anonimo ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "XANAX, CLOZAPINA, ABILIFY, DEPAKIN CRONO E LAMICTA...": 

salve a tutti sono una ragazza di 29 anni che prende abilify, ora vorrei scalarlo ma ho paura di sentirmi male oppure che io non riesca a toglierlo e dovrà tenerlo a vita sempre perché una persona per scalare un farmaco si potrebbe sentire male e non riuscirci, qualcuno conosce questo farmaco e sa come sono gli effetti collaterali della sospensione come posso fare chi può aiutarmi????? ambra 



Postato da Anonimo in ALIMENTAZIONE E SALUTE di PIETRO BISANTI alle 09 ottobre 2014 16:07


RISPOSTA

Buongiorno Ambra,
e grazie del suo commento.

Come scrivo sempre, non sono un medico, non prescrivo alcunché, non faccio diagnosi né curo nessuno, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore delle capacità autoguaritive del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

L'Ability è un potente antipsicotico della categoria degli "atipici" (che vuol dire tutto e niente, in quanto veleno rimane indipendentemente da come lo si chiami).

Nel suo caso, sicuramente lo assume da un periodo di tempo superiore agli otto mesi, e quindi necessita di uno scalaggio graduale, di circa il 10 o anche il 5% al mese se necessario.

Deve, comunque, aspettarsi effetti di dismissione anche molto severi.

Nel caso degli antipsicotici, il pericolo principale è quello di non riuscire più a dormire, e di finire in uno stato maniacale, e quindi con un biglietto di sola andata verso il più vicino reparto psichiatrico.

Quindi, ecco il piano di battaglia.

-scalaggio graduale come detto;
-cambio di alimentazione, passando a una vegana il più crudista possibile, con l'eliminazione totale di qualunque cosa da mangiare o da bere non abbia le sembianze di un cibo (anche il passaggio a un'alimentazione di tale portata deve avvenire gradatamente, in modo da non scatenare crisi eliminative troppo forti);
-via senza se e senza ma glutine, latticini e zuccheri artificiali.

Creare attorno a sé un "cordone di protezione" fatto di amici o parenti che, indottrinati a dovere, la aiutino nel comprendere ed affrontare le crisi che arriveranno.

Gli faccia leggere, assolutamente, il mio libro "Assassini in pillole: la psichiatria moderna vista con gli occhi di un carabiniere", in modo tale da aprirgli gli occhi e fargli capire esattamente cosa sono la psichiatria e gli psicofarmaci.

Questa è l'unica maniera per tornare a vivere una vita con la V maiuscola.

Tutto il resto è solo retorica.

Se vuole ci sentiamo in privato. Io ci sono

Forza e coraggio

Pietro Bisanti

Per tutti: si può fare una donazione al blog mediante l'apposita funzione nella colonna a destra, oppure scrivendo a pbisant@hotmail.com. Grazie a chi vorrà contribuire a questo enorme e innovativo lavoro informativo.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.



Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.









DISMISSIONE PRAZENE: SONO UN TOSSICO IN CRISI DI ASTINENZA

Anonimo ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "PRAZENE, MI HAI ROVINATO LA VITA: FINALMENTE UN BL...": 

Ciao ho appena scoperto questo blog e devo dire che l'ho trovato molto interessante e diverso sotto molti aspetti da altri..
edison anche io sto togliendo il prazene e sono ancora sette giorni ma come hai scritto tu sono all'inferno ed ho mille effetti collaterali ma vado avanti con la speranza che svaniscano da un giorno all'altro e che possa tornare lucido..ora sono un tossico in crisi da astinenza riesco a malapena a scrivere qui...non mollo e vado avanti spero di farcela !!! 



Postato da Anonimo in ALIMENTAZIONE E SALUTE di PIETRO BISANTI alle 09 ottobre 2014 14:30


RISPOSTA

Buongiorno Anonimo,
senza modestia alcuna le dico che è capitato nell'unico blog italiano dove finalmente si dice la verità su cosa siano esattamente psichiatria e psicofarmaci.

Lei ha detto bene: "un tossico in crisi di astinenza".

Legga i più di 500 articoli disponibili gratuitamente sul blog e se vuole si procuri il mio libro "Assassini in pillole: la Psichiatria moderna vista con gli occhi di un carabiniere".

Si riprenda in mano la vita. Ora.

Avanti così.

Pietro Bisanti

Per tutti: si può fare una donazione al blog mediante l'apposita funzione nella colonna a destra, oppure scrivendo a pbisant@hotmail.com. Grazie a chi vorrà contribuire a questo enorme e innovativo lavoro informativo.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.



Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.









FLUOXETINA: ANCHE SE AMMAZZATE MIA MADRE, A ME NON ME NE FREGA NULLA

Anonimo ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "PROZAC (FLUOXETINA) PER DIMAGRIRE: MEDICI E PSICHI...": 

Purtroppo è così... Anche a me a 20 anni, forse 19, mi avevano prescritto la fluoxetina per dimagrire, e tuttora è un farmaco molto usato negli obesi. Il risultato è stato una totale perdita delle emozioni, una ameba, potevano anche uccidermi la madre davanti che non avrei pianto.... Ho smesso di botto e da sola, non ne potevo più..... Leggendo questo blog mi rendo sempre più conto che è stata l'unica scelta possibile... Grazie.... Non sto ancora bene ma vado avanti con le mie sole forze. 




Postato da Anonimo in ALIMENTAZIONE E SALUTE di PIETRO BISANTI alle 09 ottobre 2014 07:49


RISPOSTA

Buongiorno Anonima,
grazie del suo commento e benvenuta su questo blog.

Gli psicofarmaci fanno proprio questo: ci trasformano in amebe robotizzate senza cuore.

Ora, che ha raggiunto questo grado di consapevolezza, vada avanti a leggere tutto quanto in questo blog.

Si procuri, se lo vorrà, il mio libro "Assassini in pillole: la Psichiatria moderna vista con gli occhi di un carabiniere".

Cambi alimentazione. Ora. 

E vedrà che la guarigione sarà sempre più vicina.

Avanti così

Pietro Bisanti

Per tutti: si può fare una donazione al blog mediante l'apposita funzione nella colonna a destra, oppure scrivendo a pbisant@hotmail.com. Grazie a chi vorrà contribuire a questo enorme e innovativo lavoro informativo.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.



Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.









FANTASTICO LIBRO...E UN'AGGIUNTA DI SPIRITUALITA'

LETTERA

Gentilissimo Pietro, oggi ho ricevuto il suo libro Assassini in pillole", e
lo stò già divorando, con una lettura sinceramente appassionata, perché
ho vissuto sulla mia pelle quel girone infernale chiamato "psichiatria".

In una prospettiva "spirituale" credo che il Sistema attuale abbia dichiarato
guerra ad ogni forma di senso del sacro, di  misticismo, e di  spiritualità,
creando così quel senso di vuoto e di inutilità che si accompagna ad una
vita materialistica, atea e meccanica. 

Si tratta quindi di incoraggiare, nelle
persone che stanno assumendo psicofarmaci, o che li hanno da poco
dismessi, un ancoraggio a pratiche spirituali,
meditative,  etc.,  (oltre che ovviamente igienistico naturali). 

Io prendevo psicofarmaci, da ragazzo,  per  quel  senso
di vuoto che provavo,  nel vivere nello squallore metropolitano ipertecnologico. 
C è chi parla di "emergenza spirituale", riguardo ala  subcultura materialistica
 he stiamo vivendo.

Ognuno cercherà la sua via personale, 
chi seguendo Osho, chi seguendo Buddha,  Aurobindo,
Krishnamurti, chi la gnosi, chi la meditazione, etc. , ma sempre staccandoci dalla città, dai condomini, dai palazzi, dai grattacieli, dalla
tecnologia, dai media,  dallo stress, 
e cercando in campagna, nella Natura, nella tranquillità della solitudine,
coi cibi biodinamici e genuini,  nella  ritrovata forza fisica, quei raggi di gioia
di cui abbiamo tanto bisogno.


RISPOSTA

Carissimo Marco,
questo è proprio il messaggio del mio libro: "cibi puliti-pensieri puliti".

Condivido tutto quello che dice e sono super fiero di lei per la consapevolezza raggiunta.

Pubblico la sua, senza aggiungere altro.

Pietro Bisanti

Per tutti: si può fare una donazione al blog mediante l'apposita funzione nella colonna a destra, oppure scrivendo a pbisant@hotmail.com. Grazie a chi vorrà contribuire a questo enorme e innovativo lavoro informativo.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.



Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.