ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo dell'Arma dei Carabinieri, docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

mercoledì 30 marzo 2016

FARMACI SU FARMACI DOPO AVER PARTORITO MIA FIGLIA

LETTERA

Io dopo 2 anni 1/2 dopo il parto di mia figlia che prendo medicinali. Ad ottobre lo psichiatra mi ha tolto l'antidepressivo e olanzapina, da adesso ho il serenase, xanax, alprazolam. Io vorrei smettere e vorrei un consiglio da lei. Adesso sono a 16 gocce di serenase scalando per conto mio. Xche lo psichiatra mi dice di prendere più gocce x stare bene. Grazie

Lettera firmata


RISPOSTA

Buongiorno Anonima,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

14 anni di studi mi hanno fatto capire quanto l'alimentazione, nel bene o nel male, influisca su quelli che sono i nostri pensieri, anche profondamente.

La maggior parte dei problemi mentali post partum altro non sono che il depauperamento delle nostre riserve nervose ed energetiche.

Ora, avendo capito quanto i farmaci siano dannosi, questo è il piano di battaglia:

1) Acquistare immediatamente il mio libro "Assassini in pillole: la Psichiatria moderna vista con gli occhi di un carabiniere"

2) Leggere ATTENTAMENTE questo vademecum che spiega ESATTAMENTE come ripristinare la salute quando si è in terapia psichiatrica http://pietrobisanti.blogspot.it/2015/12/come-ci-si-disintossica-dagli.html.

Io ci sono

Pietro Bisanti

Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.

VEGANO AL 100% CHE STA MALE: ESCITALOPRAM E XANAX CHE MI DEVASTANO E "FINALMENTE" LA PALEO

LETTERA

Ciao Pietro ho trovato per caso il tuo blog cercando i sintomi da astinenza di escitalopram.
Ti racconto la mia situazione.
Nel 2015 verso aprile ebbi un forte attacco di panico nel bel mezzo della pasqua, mai sofferto di tale problema o magari sì ma non di quella intensità, il tutto generò un innesco infinito, una sorta di spirale ansiosa alla ricerca del prossimo attacco!

Gli attacchi si innescavano quando sentivo confusione o mi trovavo nel mezzo di molta gente!
Ti preavviso che ero vegano al 100% a questo punto la mia famiglia spaventata chiamarono il medico e dopo la visita dichiarò che soffrivo di ansia generalizzata che sfociava in panico così mi prescrisse xanax + entact (primo mese con xanax per sopprimere l'effetto paradosso di entact ).

Inizialmente lessi le istruzioni delle droghe e mi spaventai e dissi no non le prendo e cerco di uscirne da solo .. la mia famiglia era contraria perché diceva che cmq dovevo prendere qualcosa per uscirne!!!

Cerco di aggiustare la dieta con alimenti ricchi di triptofano, andare a letto prima, bere acqua quindi cercare di riposare e aggiunsi anche il fungo reishi e la griffonia prima di andare a letto.
Iniziai a vedere qualche risultato però il mio pensiero era fisso lì sul prossimo attacco e quello che mi terrorizzava era la tachicardia e il rischio che il cuore mi esplodesse da un momento all'altro !

Cmq cominciavo a sopportare la gente, tornavo a lavorare al mio ristorante etc.

Un gorno decisi di spostare la cena prima verso le 19 perché solitamente mangiavo tardi sempre alle 21 ...
Tutto era ottimo e mi ricordo che dormii dalle 22:30 alle 9:30 del mattino seguente! Qui viene il bello ... mi alzo tutto felice mi bevo acqua e limone parecchia acqua e vado in bagno a radermi ..
Inizio a radermi e dopo poco mi viene una vampata orribile, a questo punto si innesca una reazione a catena che non posso fermare, tra adrenalina e pensieri negativi i miei battiti arrivano alle stelle, mi spavento a morte e mi devo distendere sul divano, sudavo e pensavo, qui ci rimango secco..

Chiamai il medico e mi disse perché nn avevo preso i farmaci e li dovevo prendere immediatamente se no si cronicizzava il mio problema e non ne sarei più uscito .. attacco il telefono e prendo subito i farmaci prescritti ( 10 gocce di alprazolam e 5 mg di entact ).

Mi arriva una botta impressionante che non riuscivo nemmeno a muovere la testa!! In quel momento mi sentii felice perché non ero più tachicardico non ero nervoso non pensavo nulla ... 

Vado al lavoro e poi nel primo pomeriggio dormii fino a sera, ero cotto...

Tutto sembrava apposto, i primi tre giorni pensavo sono rinato sto finalmente uscendo da questa spirale di ansia!

Il quarto giorno arriva il rovescio della medaglia, sono al lavoro e la sera ad un certo punto passo una porta e ho dei forti giramenti di testa, faccio due passi e le gambe non vanno si irrigidisce tutto ed inizio a tremare, a quel punto veramente me la faccio sotto .. mio padre chiama subito il medico e lui gli dice che è normale e magari di prendere un tisana che poi passa...

Te lo giuro ho visto l'inferno non sono mai stato così male in vita mia .. il tutto sarà durato 20 minuti!
Da quel giorno sono rimasto bloccato a casa, non riuscivo a scendere le scale, non riuscivo a prepararmi la colazione andavo al bagno semiliquido, i miei mi preparavano pranzo e cena ... un dramma 

Iniziai a verificare la glicemia e fare curva glicemica però risultava tutto apposto, feci anche il TSH dela tiroide ed era apposto anche lui, PH urine 7 .. pressione 130/80 o 120/80, pensavo di tutto e tutto era negativo !

Aspettai per vedere se entact dopo un mese riuscisse ad apportarmi benefici ma non si vedeva nulla all'orizzonte solo fottuti problemi fisici e psicologici ed il dottore insisti insisti che poi starai meglio...

Sono stato bene per un mesetto credo poi con l'aumento a 10 mg di entact esordirono altri effetti collaterali.
Stavo prendendo alprazolam 10 gocce e 10 mg di entact al dì.
Ero diventato un handicappato incapace di far nulla nemmeno di unire due fili della corrente insieme un disastro.

A sto punto iniziai a leggere e studiare la situazione e decisi di scalare prima alprazolam e poi in seguito entact, appena eliminai totalmente alprazolam e chiaramente subendo i vari sides iniziai a vedere la luce e cominciai a muovermi a fare un po' di sport leggero ma per me erano passi da gigante.

Ricordo che a settembre 2015 ero alprazolam OFF e di lì fino a gennaio tutto alla grande, grazie allo Yoga e meditazione stavo andando veramente bene, unici side che questa terapia mi apportò furono vertigini, equilibrio compromesso, nausea e difficoltà a concentrarsi.
Questi Sides non mi hanno più abbandonato sono più blandi ma sono rimasti con me.

A sto punto a gennaio inizio a scalare entact ... appena arrivo a 5 mg inizio a vedere le stelle, stavo correndo quando mi prende una sensazione di vertigini e come di anestesia generale difficile da spiegare, e dissi ci siamo arrivano i sides!!
Cmq passa altro mese e arrivo a zero .. più scendevo e più aumentavano i sides !

In questo momento che ti sto scrivendo sono a zero da 15 giorni e ho avuto due eventi spiacevoli alla mattina, sudorazione, palpitazione e nausea inappetenza e vertigini.

Quello che ti domando prima della terapia non ho mai sofferto di vertigini e mancanza di equilibrio e scarsa concentrazione, questi sides cosi brutti e che appaiono all'improvviso e purtroppo ti buttano a terra se ne andranno via??
In comparazione ai miei problemi iniziali quello che mi hanno portato questi farmaci sono dei problemi veramente seri e invalidanti.

Dopo aver smesso sono rifiorito in molti aspetti, riesco ad avere performance atletiche ottime, non mi stanco mai mi stupisco di me stesso ma a volte mi sento veramente male e senza motivo ... spero che passi tutto, questi 15 gg sono stati belli e duri allo stesso tempo però ancora sento che manca qualche step per star bene ..

Con i farmaci arrivai a pesare 80 kg ora peso 72 kg però ho adottato una dieta Paleo e ho lasciato il vegan che mi stava facendo dimagrire troppo, purtroppo facendo molto sport non ce la facevo più, da vegan ero arrivato a pesare 59 kg perdevo muscoli ogni giorno .

ti faccio un esempio di quello che mangio :

- mattina : frullatone con 2 banane 3 uova bio e latte di riso germogliato 
- pranzo : grass fed cruda con limone e rosmarino, verdura cruda in abbondanza e 50-80 gr di riso basmati freddo per svilupare amido resistente, dopo il pasto bevo 700-800 ml di succo verde spremuto fresco e poi mi faccio 500 ml di ascorbato di potassio (limone e bicarbonato di potassio ) con acqua alcalina 9.5 ph, uso olio di cocco.
- pomeriggio work out, yoga e meditazione, fine allenamento mi faccio un tè verde con reishi e uno o due frutti 
- cena tonnellata di verdura e un pesce e altro ascorbatone di potassio alla sera uso il pompelmo per l'inositolo sempre con 500 ml di acqua alka.

Questo è il mio mangiare quotidiano piu o meno 

Sto molto meglio 72 kg stabile niente grasso corporeo e molta resistenza fisica però ho i miei problemi di astinenza credo da entact che vanno e vengono un giorno sto bene l'altro sto malissimo e così via !! Tutto ciò mi fa impazzire 

Grazie per l'attenzione ..

Firmato Emanuele 


RISPOSTA

Ciao Emanuele,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Cerchiamo di districare la matassa in cui ti sei ingarbugliato.

Essere vegani al 100% NON significa paradossalmente essere per forza in salute.

Si può essere vegani anche bevendo Coca Cola e mangiando solo riso e patate fritte.

L'alimentazione vegana vista in chiave igienista è a mio parere l'unico, vero modo di sposare uno stile di vita alimentare completamente vegetale che sia compatibile con il nostro disegno antropometrico.

Facciamo un passo indietro.

Sei stato male, di lì non ci piove.

E se sei stato male, per la legge naturale di causa-effetto, un motivo deve esserci per forza, dato che il corpo non va mai contro se stesso.

Quanto accadutoti può verosimilmente essere dipeso proprio dal tuo sbagliato modo vegano di alimentarti, che, pochi dubbi ho, si sarà incentrato, come quasi tutti fanno, sui farinacei, soprattutto quelli contenenti glutine.

Anche i cereali senza glutine ed i legumi sono alimenti non nati per il consumo umano. Sono alimenti forzosamente inseriti, che non tutti ben sopportano.

Lo ribadisco, un'alimentazione vegetale NON significa un'alimentazione sana.

Conosco centinaia di vegani pallidi, rachitici e malaticci, che vanno avanti a seitan (cioè glutine puro, il veleno più pericoloso che si possa mangiare), riso e soia.

Chiariamo quindi alcuni punti:

1) Il vero modo corretto di alimentarsi per il primate UOMO è l'alimentazione vegan-crudista, a prevalenza di frutta, con una piccola percentuale di verdure crude, semi e noci. Nulla me ne frega se adesso usiamo Internet e siamo vestiti: che lo vogliate o no, rimaniamo scimmie, e come tali dobbiamo alimentarci se vogliamo rimanere in salute.

2) Il glutine deve essere BANDITO in ogni sua forma. Una piccola percentuale di cereali senza glutine e di legumi può essere mangiata, non tutti i giorni, ascoltando il proprio corpo per vedere se la si sopporta.

3) La VERA salute, il vibrare di energia da tutti i pori li si ottiene consumando principalmente frutta e mantenendo bassissimo il consumo di grassi: la famosa 80/10/10 (ove l'80 per cento delle calorie giornaliere provengono dai carboidrati della frutta, il 10 dalle proteine contenute in frutta, verdura, semi e noci, il 10 dai grassi)

Ora, l'errore che hai fatto è comune a tutti quelli che non possiedono una solida preparazione igienista.

In pratica, al posto di ascoltare i tuoi sintomi e di capirne la causa, ti sei impasticcato, oltretutto CADENDO come un novellino (mi perdonerai il termine) nella braccia della Paleo, pensando che sarà la risoluzione di tutti i tuoi mali.

Sai perché all'inizio si migliora con la Paleo? Perché si eliminano i cereali (e i legumi) e i latticini, quindi soprattutto il GLUTINE, in pratica i cibi più intossicanti, soprattutto a livello mentale.

Quindi, nel breve periodo ti sentirai meglio, grazie anche alla "spinta innaturale" della carne, che come tutti i dopanti, non farà altro che accelerare tutto il tuo corpo, un po' come bere un sacco di caffè.

Ma il conto da pagare arriverà comunque.

Vediamo quindi quali sono stati i tuoi errori:

1) Il dimagrimento è dovuto alla non sufficiente ingestione di calorie. Sicuramente, come già detto, non avrai abbondato dell'unico cibo che può darti calorie: la FRUTTA. Bisogna mettersi bene in testa che di frutta bisogna mangiarne MOLTA, fino a 20-25 banane al giorno ad esempio. Il cibo cotto, soprattutto quello animale, fornisce, a parità di quantità, più calorie di quello crudo della frutta, quindi, lo ripeto, bisogna aumentare le proprie porzioni di frutta in maniera massiva.

2) Non hai specificato la tua altezza, quindi è probabile che una sessantina di chili non siano affatto un brutto peso (io peso 60 kg per 1,70 m di altezza e, credimi, sono fisicamente possente e con un bassissimo livello di massa grassa). Ormai non siamo più abituati a vedere persone magre. Inoltre è probabile che tu debba aumentare la tua attività fisica connessa al sollevamento pesi per tonificarti e aumentare la tua massa muscolare

I miei consigli finali sono quindi:

1) Abbandonare la Paleo immediatamente

2) Sopportare i sintomi da dismissione, adottando contemporaneamente un'alimentazione vegana, crudista quanto basta, a ZERO cereali e legumi (almeno fino a quando non starai bene), a bassissimo tenore di grassi (eliminazione totale, almeno fino a quando non starai bene, di oli e frutta secca).

Forza e coraggio

Pietro Bisanti

Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.







SONO UN IDIOTA: HO SMESSO LO ZOLOFT DI BOTTO

Anonimo ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "SCALAGGIO PSICOFARMACI: BENVENUTI ALL'INFERNO.": 

Salve,ho da poco scoperto il vostro sito...siccome sono un idiota, ho smesso di botto con lo Zoloft, e ora sto di merda, per essere chiari, quanto ci vorra' per tornare a stare bene? voi dite di scavare a fondo e di capire quali sono i nostri problemi..io l'ho fatto, ma nonostante tutto, tendo a rimuginare spesso sul passato..e non riesco a smettere..cmq dicono che la depressione puo' essere di cause organiche, quindi forse gli psicofarmaci alla fine servono un minimo, oppure in nessun caso? 




Postato da Anonimo in ALIMENTAZIONE E SALUTE di PIETRO BISANTI alle 12 febbraio 2016 03:17


RISPOSTA

Buongiorno Anonimo,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

L'unica e sola maniera per uscire definitivamente dalla trappola farmacologica in cui si è dentro fino al collo è INFORMARSI, ragionare CON LA PROPRIA TESTA e smettere di affidare la propria salute in mani altrui, a meno che non ci si trovi davanti a delle vere e proprie emergenze.

Quindi, questi i concetti da comprendere:

1) Gli psicofarmaci non curano un bel nulla di niente. Sono sostanze di totale sintesi chimica che, se va bene, possono dare un illusorio senso di benessere, destinato a passare ben prima di quanto non si creda.

2) Gli psicofarmaci non si dismettono dalla sera alla mattina, se non in particolari situazioni.

3) Tutti i sintomi che lei sta sperimentando su se stesso altro non sono, da un lato, quella che è definita "crisi da dismissione", cioè lo sforzo del corpo di tornare a uno stato di equilibrio; mentre, dall'altro, il riaffiorare di tutto quello che era stato semplicemente soffocato dal farmaco.

4) La maggior parte delle cosiddette "malattie mentali" è e rimane un problema di tipo fisico/organico dovuto alla cronica intossicazione dell'uomo medio

Quindi, la PRIMA cosa da fare è ristabilire un decente livello di salute, anche e soprattutto attraverso un'alimentazione impeccabile. 

Dopo almeno due anni di perfetta alimentazione, si potrà valutare se sdraiarsi sul lettino di uno psicologo, ma da LUCIDI e PULITI, non da farmacologicamente lobotomizzati.

Pietro Bisanti


Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.

martedì 22 marzo 2016

RIDUZIONE DEI PENSIERI INTRUSIVI E DEL RIMUGINAMENTO CON IL VEGANCRUDISMO

Gentile Pietro,

Mi chiamo Marzio ed ho 28 anni, ho deciso di scriverle in quanto affascinato da quello che è il suo percorso umano. Sento una forte affinità verso quello che è il suo modo di considerare le questioni legate all'intelletto e all'emotività, a tal proposito volevo chiederle un parere su quello che ho scoperto di sperimentare da alcuni anni cercando di riassumerlo: in merito ad episodi traumatici come situazioni di microbullismo subite, predisposizione ad essere molto sensibile ed a rimuginare molto sui problemi e traumi subiti ho sviluppato quelle che io definisco "proiezioni fantastiche" ricamate da situazioni o soggetti reali che durante l'arco della giornata mi attaccano con dei pensieri fulminanti ad es. mentre pratico dello sport ho una proiezione fantastica di una persona che mi ha truffato realmente che mi prevarica mentre sono con una compagnia femminile causandomi una forte emozione di impotenza e vergogna, oppure mentre passeggio con una ragazza e mi capita di passare vicino ad una comitiva di ragazzi vengo attaccato da una proiezione legata allo stupro della compagna femminile facendomi sentire impaurito, impotente e assalito da vergogna per non aver saputo difendere me ma soprattutto la persona che era con me (giudizio di vigliaccheria, le emozioni di paura, impotenza e vergogna in questo caso vengono ricamate da episodi di bullismo reale in cui ho sperimentato queste emozioni riadattati a nuove proiezioni perché il meccanismo sa che se crea una proiezione di quel tipo mi fa male) e proseguendo proiezioni di morte e sofferenza che causano paura ecc. 

Mi chiedevo se in quella che è la sua esperienza non ci sia un modo di ridurre l'influenza di questi pensieri ed emozioni negative (in prevalenza subisco paura, senso di colpa, vergogna, impotenza). Anni di psicoterapia e farmacoterapia da psicoterapeuti e psichiatri rinomati non hanno portato a niente, il test dell' MMPI ha rivelato che non sarei affetto da schizofrenia ma da una tendenza alla psicosi. L'unica terapia farmacologica che ha alleviato le mie sofferenze è stata zyprexa 5mg (antipsicotico per questi miei pensieri ossessivi) e zoloft 100mg (serotoninergico antidepressivo visto che ho un'indole molto pessimista). 

Però le assicuro tra apatia, bulimia, sonnolenza che sono i side-effects dei farmaci ho scelto di provare a reagire e sono pulito da 10 giorni sentendo la mia vita di nuovo pulsare ma di rimbalzo tutti i pensieri e le emozioni che i farmaci smorzavano stanno tornando. Esiste secondo lei un piano d'azione che possa tenermi pulito e darmi un training per ridurre queste emozioni? Mi scuso per la lunga digressione e la ringrazio per la cortese attenzione

Firmato Marzio


RISPOSTA

Buongiorno Marzio,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

14 anni di studi mi hanno fatto capire quanto l'alimentazione, nel bene o nel male, influisca su quelli che sono i nostri pensieri, anche profondamente.

La gioia, l'empatia, la solidarietà e tutte le emozioni positive sono anche il risultato di una biochimica cerebrale in perfetto equilibrio e funzionante ai suoi massimi livelli, questo è innegabile.

Non ho assolutamente l'ardire di affermare che le condizioni psicologiche di vita non influenzino il nostro modo di pensare, ma voglio affermare ancora una volta ciò che in realtà è sempre trascurato: quanto il nostro lato organico influenzi i nostri pensieri.

Quando una corretta alimentazione riesce a far funzionare in maniera impeccabile la nostra macchina organica diventa sempre più difficile essere vittima di pensieri intrusivi e stati mentali che sicuramente si sviluppano in concomitanza di bassissimi livelli di serotonina.

Quindi, la prima cosa da fare è "resettare" il proprio "sistema" attraverso un'alimentazione vegana, crudista quanto basta, a bassissimo tenore di grassi.

Per farle un esempio, il solo glutine è capace di distruggere la salute mentale dell'individuo cresciuto nel più sano e costruttivo contesto sociale... Ho raccolto tantissime testimonianze a riguardo.

Per quanto riguarda i farmaci, lei sa bene che cosa penso.

Inoltre, chiunque assuma psicofarmaci non potrà mai essere se stesso, fino a quando non li dismetterà.

Il nostro vero IO si vede quando siamo puliti, senza influenze farmacologiche o alimentari dannose.

ATTENZIONE però al fatto che gli psicofarmaci NON VADANO interrotti di botto come ha fatto lei.

Piano di battaglia:

1) Acquistare immediatamente il mio libro "Assassini in pillole: la Psichiatria moderna vista con gli occhi di un carabiniere"

2) Leggere ATTENTAMENTE questo vademecum che spiega ESATTAMENTE come ripristinare la salute quando si è in terapia psichiatrica http://pietrobisanti.blogspot.it/2015/12/come-ci-si-disintossica-dagli.html.

Io ci sono

Pietro Bisanti

Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.

NADIA TOFFA: L'ORA DELLA VERITA' ARRIVA PER TUTTI

Non potevo esimermi dal prendere posizione riguardo ai contenuti del servizio de "Le Iene" riguardante Valdo Vaccaro.

14 anni di studi inerenti la connessione tra alimentazione e salute mentale, oltre a un profondo percorso personale che mi ha portato ad abbracciare l'alimentazione vegan-crudista a zero glutine e a bassissimo tenore di grassi non sono roba da poco.

E dicendo questo, mi rendo conto di come sia molto, molto difficile arrivare a mettere in discussione le proprie, radicate abitudini di vita in assenza di una vera e propria motivazione.

Soprattutto quelle alimentari. Ormai la gente vive per mangiare, questo è un dato di fatto.

E chi diavolo me lo fa fare di sostituire le tagliatelle al ragù con un mango maturo se non ho "motivi impellenti"?

Ho conosciuto persone che hanno preferito andare al camposanto piuttosto che rinunciare a cibi che, se assunti adesso, mi farebbero vomitare.

Questa è la "parte" che permette di trovare una "scusante" al comportamento della sig.ra Toffa: semplicemente vive, come moltissime persone, in uno stato di salute apparente. 

Nessuno o pochissimi sintomi fastidiosi e quindi nessun bisogno impellente di dover dare una svolta, soprattutto alimentare, al proprio stile di vita.

Io stesso, che oggi riesco a "ingurgitare" anche 30 banane al giorno, 20 anni fa avrei dato dello svalvolato a chi avesse mangiato in tal modo.

Ma un appunto va fatto.

Quello che non si può perdonare alla sig.ra Toffa è di aver attaccato senza riserve un movimento, quello igienista, che ha delle basi logiche, solide e che presentano comunque "un'alternativa" motivandola con argomentazioni che bisognerebbe almeno e comunque provare ad ascoltare.

Davanti a tale servizio giornalistico bisogna semplicemente provare rammarico per un essere umano che, avendo la possibilità di informarsi su argomenti che potrebbero salvargli la vita, semplicemente li deride facendo anche una gran brutta figura.

Mi auguro che quando il suo corpo, invecchiando, verrà a chiedergli conto, lei si colleghi al blog di Valdo Vaccaro dopo aver girato milioni di specialisti ed aver ingurgitato tonnellate di inutili e dannosi farmaci.

E, con il capo chino, pronunci la parole che migliaia di persone fanno ogni giorno: "Valdo, puoi aiutarmi per favore?".

Viva l'Italia, viva Valdo Vaccaro.


Pietro Bisanti




PIETRO, SEI UN ESTREMISTA. A VOLTE GLI PSICOFARMACI SERVONO

Anonimo ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "SCALAGGIO PSICOFARMACI: BENVENUTI ALL'INFERNO.": 

Pietro...che dire...premetto che sono vegetariano, a tratti vegano e ultimamente mi sto avvicinando al cibo crudo. Da ottobre mi faccio diversi estratti al giorno e ultimamente prediligo le foglie verdi. Sto introducendo qualche germoglio anche. Ok, fin qui tutto bene. Bene, io soffro da quasi 4 anni di Doc (disturbo ossessivo compulsivo). Se non l'hai provato, nemmeno da lontano puoi capire il disagio che provoca. Sono migliorato grazie alla psicoterapia e lo scorso giugno sono andato da uno psichiatra per capire se avessi bisogno di farmaci o no. 

La risposta è stata che posso scegliere io...ebbene a casa ho la scatola dello zoloft dosaggio minimo da qualche mese e ancora non l'ho preso, ma proprio in questo giorni sto pensando di iniziarlo anche se mi scoccia da morire. Perché? Perché negli ultimi dieci giorni ho avuto una ricaduta pazzesca dove mi è stato difficile svolgere la normale vita o comunque l'ho fatto con tanta fatica. Tutto questo per dire che i tuoi concetti saranno anche giusti, ma per favore non andare "a casa degli altri " a fare il genio che dichiara che senza psicofarmaci ce la si fa sempre e comunque. 

Lo sai che così potresti mettere a rischio delle persone? Tu l'hai mai avuto un doc? Sono sicuro di no. E quindi evita di giudicare perché soggetti un po' deboli che approdano a questo sito potrebbero venire fuorviati dalle tue idee, che per quanto giuste, non sono applicabili x tutti. 

Vallo a dire ad uno in una grossa depressione...pensi che a passare ad un regime sano e crudista ci voglia poco? Dovresti sapere che anche durante questo passaggio ci possono essere gravi crisi se poi viene fatto bruscamente...E pensi che uno che sta male forte e magari ha un lavoro che non può perdere o una famiglia con dei figli magari, possa permettersi di aspettare mesi e mesi prima di uscire dal suo delirio??

Dai, siamo pratici e razionali. Non c è una regola per tutti e ognuno trova la sua strada. Il modo in cui ti scagli contro alcuni mi fa pensare che se hai tutto questo bisogno di far valere la tua tesi, sei tu ad avere problemi con te stesso. 
E ricordati che con i tuoi modi estremisti puoi fare del male a qualcuno. 

Nessuno è Dio in questa terra e non lo dico da religioso,anzi....ma semplicemente non ci è dato di sapere completamente cosa è giusto e sbagliato. È il gioco della vita, quindi smettiamo di demonizzare i farmaci o gli psichiatri o la medicina che sono sicuro che prima o poi ne usufruiranno anche quelli come te. Il mio non è un attacco bensì un punto di riflessione. 


Postato da Anonimo in ALIMENTAZIONE E SALUTE di PIETRO BISANTI alle 8 febbraio 2016 10:14


RISPOSTA

Buongiorno Anonimo,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.


Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Il concetto è molto semplice: stai traslando la tua disfatta personale su di me.

Il tuo essere "vegetariano", a "tratti vegano" significa semplicemente che non hai la voglia o la convinzione ferrea di intraprendere sul serio un percorso guaritivo, che in molti casi non accetta mezze misure.

Il tuo DOC non è "passato" con la psicoterapia, e adesso sei corso da mamma-psichiatra a farti prescrivere cosa?

Sai che lo Zoloft è e rimane una molecola di totale sintesi chimica? Pensi che possa interagire correttamente con il tuo cervello? Sai che è e rimane un farmaco sintomatico, che se e quando va bene ti darà un effimero senso di benessere che lascerà ben presto il posto ai suoi effetti demoniaci? Sai cosa significa scalare un antidepressivo SSRI?

Quindi, l'orco cattivo sarei io, che fuorvia le persone a NON PRENDERE NULLA, piuttosto che ingurgitare sostanze chimiche che andranno artificiosamente a giocare con il delicato equilibrio biochimico del cervello?

Caspita...qui si condanna il salutista ma si assolve il pusher...

Se tu solo avessi la voglia di ascoltare il tuo corpo, sapresti che il DOC può essere sconfitto eliminando il glutine dalla dieta (e tutti i cereali e legumi se non dovesse bastare), massimizzando la frutta ed evitando gli sbalzi glicemici dovuti a un sangue eccessivamente grasso.

Il DOC, il 99,9 per cento delle volte, ha una base organica, che non verrà aggiustata a suon di bombe chimiche.

Se dopo un anno di crudismo al 100% basato all'80% sulla frutta e a bassissimo tenore di grassi non esploderai di buon umore, sono pronto a staccarti un assegno.

E chi non ha voglia di cambiare il proprio stile di vita, continui a preferire le tagliatelle al ragù a una mente sgombra, reattiva e felice.

Il tuo non è un punto di riflessione come dici tu. È un attacco, a te stesso e alla tua mancanza di volontà e di fiducia in te stesso.

Pietro Bisanti


Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.

TERAPIA DEI FUNGHI, SINDROME DI TOURETTE E BRUTALE RICADUTA CON PENSIERI SUICIDIARI



DAL SERVIZIO "CHATTA ORA" DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE" DI PIETRO BISANTI


My Live Chat
LiveChat Offline Message Received
Dear pietro eupremio maria bisanti,
You have received an offline message, sent from mylivechat.com with the following details:
Name:
Luciano
Email:********
Time:
2016-03-20 16:56:55
Page Title:
ALIMENTAZIONE E SALUTE di PIETRO BISANTI: ABILIFY ..
Page Url:
Referrer:
IP:
93.148.120.90
Location:
Massa E Cozzile, Toscana, Italy
Client:
Win8.1/ Chrome49/ it-IT
Subject:
(untitled)
Message:
Salve, da 12 mesi che prendo EN e Citalopram per disturbo ossessivo-compulsivo; avevo cominciato a scalare le EN poiché mi ero affidato (e lo sono fino ora) ad un medico agopunturista per la Sindrome di Tourette. Solo che due settimane fa una brutta ricaduta con attacco di panico e quel maledetto pensiero di farla finita, mi ha costretto a riprendere le EN (quasi a 50gc al dì) e l'Abilify da 15 che ho sospeso subito dopo una settimana perché mi faceva sentire uno Zombie. In questo momento seguo anche la terapia dei funghi ( Reishi e Cordyceps). Vorrei chiederle se ne è a conoscenza di questa terapia. La ringrazio e le porgo cordiali saluti


Thank you for using mylivechat.com for your Live Chat services.

Sincerely,
My Live Chat Team
Copyright 2015 mylivechat.com All rights reserved.


RISPOSTA

Buongiorno sig. Luciano,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Mi scusi se potrò sembrarle duro, ma tutto ciò che dico, lo dico solo ed esclusivamente a fin di bene.

Lei sta facendo semplicemente un gran minestrone, sintomo della sua totale ignoranza su cosa sia il corpo umano, come funzioni e di cosa abbia effettivamente bisogno.

Primo concetto BASE: lei non ha avuto nessuna ricaduta. Semplicemente ha avuto una crisi da astinenza da stupefacenti legali, quale è l'EN.

Eliminare uno psicofarmaco, anche attraverso uno scalaggio lento e controllato, provoca sempre e comunque quelle che sono definite "crisi da dismissione". In pratica, tutti i sintomi fisici e mentali che si vanno a percepire altro non sono che lo sforzo sovrumano del corpo di tornare a uno stato di equilibrio detto "omeostasi".

Un po' come l'eroinomane che vomita e ha dolori articolari fortissimi: bisogna passare attraverso queste crisi per tornare in salute. Non ci sono scorciatoie.

Secondo concetto: se lei pensa di trovare la soluzione ai suoi problemi attraverso agopuntura, psicofarmaci, funghi, veleno del cobra reale o zuppa di pinna di squalo sta semplicemente perdendo il suo tempo.

Non esistono infatti sostanze miracolose. La salute, quella vera, la si conquista trattando il nostro involucro come Madre Natura ha progettato per noi, cominciando da una alimentazione vegana, crudista quanto basta, a ZERO glutine e a bassissimo tenore di grassi.

Piano di battaglia:

1) Acquistare immediatamente il mio libro "Assassini in pillole: la Psichiatria moderna vista con gli occhi di un carabiniere"

2) Leggere ATTENTAMENTE questo vademecum che spiega ESATTAMENTE come ripristinare la salute quando si è in terapia psichiatrica http://pietrobisanti.blogspot.it/2015/12/come-ci-si-disintossica-dagli.html.

Non ci sono scorciatoie, non ci sono mezze misure. O si crede nella capacità autoguaritiva del corpo umano, anche e soprattutto attraverso una corretta alimentazione, oppure si rimarrà per sempre schiavi di questa chimica demoniaca.


Pietro Bisanti

Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.

PUNTURONA DI XEPLION: ORA NON VIVO, VEGETO


LETTERA

Grazie per avermi scritto.
La mia storia è molto lunga perché è da molto che combatto con la malattia.
Diciamo che ho avuto lunghissimi periodi di benessere senza farmaci.
Sono due anni che prendo neurolettici ma non di buon grado:  controvoglia.
Ho avuto una serie di effetti collaterali tra cui l'aumento di peso. Ora sono letteralmente disperata ci sono mattine che pur volendo non riesco ad alzarmi dal letto..penso tutti i giorni al suicidio..
Ho un solo desiderio neanche tanto ambizioso. Smettere di prendere quella robaccia e riappropriarmi della mia vita.
La psichiatra mi dice che non prendendo i farmaci rischio danni seri. Io so solo che da 2 anni a questa parte vegeto non vivo..mi sembra un incubo senza fine.
Mi sento sola. Terribilmente sola..la psichiatra mi dice che mi farà ricoverare in tso se rifiuto le cure...preciso che non ho mai tentato il suicidio né sono mai stata aggressiva con gli altri..
Grazie Sig.  Bisanti lei è un angelo.

Lettera firmata

RISPOSTA

Buongiorno sig.ra Anonima,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Il primo concetto da capire è molto semplice: lei non è MALATA. Non ha alcuna MALATTIA, e quindi sta semplicemente combattendo contro se stessa e la mostruosa intossicazione organica/psicologica/farmacologica che il suo corpo ha subito e continua a subire.

Il farmaco che sta prendendo è un potentissimo neurolettico in versione depot (quindi a lento rilascio) che esplica la funzione per cui è stato creato: lobotomizzare chimicamente chi lo assume.

Per farle "sparire" i sintomi indesiderati, deve giocoforza creare sul suo cervello una vera e propria "cappa": azzerando la dopamina, lei non entrerà più in stati psicotici, ma al tempo stesso continuerà a vivere come un vegetale, ingrassando e perdendo piano piano tutte le sue facoltà mentali, oltre alla capacità di vivere emozionandosi, nel bene e nel male.

Questo non significa GUARIRE. Questo significa autodistruggersi, cercando di soffocare una sintomatologia che invece, in chiave igienista, va capita, compresa e fatta sparire definitivamente attraverso un radicale cambiamento dello stile di vita.

Non mi stancherò mai di ripetere che la maggior parte degli stati mentali alterati sono una diretta conseguenza di uno stile di vita, soprattutto alimentare, completamente contro natura.

E anche se fossero da imputare a reali situazioni di carattere psicologico, il rafforzamento organico del nostro fisico è la prima cosa da fare per ottenere quelle energie sufficienti, anche a livello mentale, per poter affrontare i drammi che la vita, bene o male, porta a ognuno di noi.

Mettetevi bene in testa un concetto: le forze fisiche e mentali date da una banana saranno sempre e comunque mille volte superiori a quelle date da un pezzo di gorgonzola.

Inoltre, cominciare a conoscere e far valere i propri diritti. Nessuno, dico nessuno, può essere sottoposto a un TSO se non vi sono i presupposti di Legge e quindi, tra gli altri, la pericolosità per se stessi e/o per gli altri.

Basta chinare la testa. Bisogna informarsi e REAGIRE.

Piano di battaglia:

1) Acquistare immediatamente il mio libro "Assassini in pillole: la Psichiatria moderna vista con gli occhi di un carabiniere"

2) Leggere ATTENTAMENTE questo vademecum che spiega ESATTAMENTE come ripristinare la salute quando si è in terapia psichiatrica http://pietrobisanti.blogspot.it/2015/12/come-ci-si-disintossica-dagli.html.

Non ci sono scorciatoie, non ci sono mezze misure. O si crede nella capacità autoguaritiva del corpo umano, anche e soprattutto attraverso una corretta alimentazione, oppure si rimarrà per sempre schiavi di questa chimica demoniaca.
Ci sentiamo in privato.

Io ci sono

Pietro Bisanti

Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.

VALDO VACCARO E PIETRO BISANTI: SIETE ILLUMINANTI. ORA VOGLIO LEGGERE IL SUO LIBRO

LETTERA

Buonasera, leggo da diversi mesi il blog di Valdo Vaccaro e grazie a quello mi sono imbattuta nel suo ed è stato illuminante...
Grazie a Valdo abbiamo trovato le motivazioni per diventare vegani, lo siamo da cinque mesi, grazie al suo lavoro abbiamo trovato il coraggio di iniziare a scalare gli psicofarmaci che mia figlia di vent'anni prende in seguito ad un esaurimento nervoso. Sto leggendo con molto interesse tutti gli articoli del blog, sono colpita e ammirata che esistano ancora persone che come e Lei e Valdo portano avanti battaglie per il bene degli esseri animali e umani in maniera così disinteressata. Avrei piacere di acquistare la versione e book del suo libro, attendo gli estremi per il versamento. Nel frattempo la saluto e le auguro ogni bene.

Lettera firmata


Inviato da iPad


RISPOSTA

Buongiorno Anonima.

Pubblico le sue parole semplicemente perché in esse è riassunta tutta la fatica che da cinque anni sto facendo per portare avanti gratuitamente un messaggio ben preciso: credete nei poteri autoguaritivi del corpo umano e state alla larga come la peste dagli psicofarmaci.

Avanti così

Pietro Bisanti



Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.

mercoledì 16 marzo 2016

DISTURBO OSSESSIVO COMPULSIVO: 20 ORE SOTTO LA DOCCIA E 5 LITRI DI SAPONE LIQUIDO

DALLA CHAT DI "FACEBOOK"

Buonasera Pietro vedo che lei fa una cosa grande per chi si sta intossicando dalle sostanze stupefacenti. Ho trovato il suo sito per caso, e come anch'io ho un problema con gli psicofarmaci le vorrei chiedere un parere.

Se lei vuole ovviamente mi risponda, le sarei grata. Mio figlio assume gli psicofarmaci da tenera età di 8-9 anni. Adesso ha 21 anni e soffre del doc da contaminazione. Eh una gran ricaduta da sospensione di fluvoxamina che prendeva da 2-3 anni, prima assumeva prozac da tanti anni.

A gennaio un ricovero a nord Italia per quasi 2 mesi. Non volevamo che assumeva altri farmaci allora gli hanno dato il rivotril 12 gocce, per poi convincerci ad assumere anafranil 75 mg  che sta prendendo che gli danno un sacco di problemi.

Come la sua ricaduta era molto grave praticamente attacchi di panico per la prima volta e lavaggi da 18-20 ore. Praticamente si lavava solo. Adesso vediamo che appena li sospendiamo rivotril sta ritornando nei vecchi passi cioè aggressivo, e altre cose.

Io sono spaventata  cioè vorrei farle sospendere da subito perché sono 2 mesi che le prende, solo che non sappiamo se ancora assuefatto di fluvoxamina e prozac che prendeva da prima.

Non lo so se lei mi potrà capire cioè se mi sono spiegata, aspettando la sua risposta le porgo i miei saluti.

Il problema che mio figlio non ha tanta voglia abbandonare il suo psichiatra, e noi non sappiamo veramente a chi rivolgerci.

RISPOSTA

Buongiorno sig.ra Anonima,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Mi scusi se potrò sembrarle duro, ma tutto ciò che dico, lo dico solo ed esclusivamente a fin di bene.

Non mi permetterei mai di farle una critica, ma ormai i genitori, più per ignoranza che per cattiva fede, sono i primi distruttori della salute dei propri figli.

Come diamine è possibile accettare che un bambino di otto anni assuma psicofarmaci? Come è possibile non chiedersi il PERCHE' si sia arrivati ad avere un bambino che "necessita" di psicofarmaci? Come è possibile non chiedersi COSA SIANO gli psicofarmaci, e quali "alternative" non violente possano esistere.

Suo figlio NON è pazzo. Il problema di suo figlio NON è nel suo cervello, bensì molto, molto più in basso, cioè nel suo intestino.

Vaccinazioni pediatriche, somministrazione di farmaci e alimentazione contro natura non fanno altro che distruggere la salute di miliardi di persone su questa terra, e nel suo caso specifico, suo figlio ne ha risentito principalmente a livello psichiatrico.

Andando avanti così, suo figlio non starà sotto la doccia 20 ore, ma TUTTO IL GIORNO.

Andando avanti così, suo figlio farà semplicemente da CAVIA farmaceutica, e verrà completamente distrutto da tutte le sostanze tossiche che sta assumendo.

Lei ha usato il termine "intossicando": questo significa che un minimo di dubbio è venuto anche a lei.

Piano di battaglia:

1) Acquistare immediatamente il mio libro "Assassini in pillole: la Psichiatria moderna vista con gli occhi di un carabiniere"

2) Leggere ATTENTAMENTE questo vademecum che spiega ESATTAMENTE come ripristinare la salute quando si è in terapia psichiatrica http://pietrobisanti.blogspot.it/2015/12/come-ci-si-disintossica-dagli.html.

Non ci sono scorciatoie, non ci sono mezze misure. O si crede nella capacità autoguaritiva del corpo umano, anche e soprattutto attraverso una corretta alimentazione, oppure si rimarrà per sempre schiavi di questa chimica demoniaca.

Io ci sono

Pietro Bisanti


Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pbisant@hotmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.