ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo Capo dell'Arma dei Carabinieri (dal 24.09.1994 al 31.12.2017), ora docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

sabato 30 dicembre 2017

VENT'ANNI DI DEPRESSIONE, UN'INFINITA' DI FARMACI. INTESTINO BLOCCATO E UNA VITA DI MERDA. PSICHIATRI, VE LA FATE QUALCHE DOMANDA?

LETTERA

Buonasera,
ho visto Lei su Internet e Facebook.

Riassumo in breve.
Da vent'anni soffro depressione.

Provati tutti i farmaci.

Ora diagnostico bipolare.

Cura:
Prendo 1200 Tolep
900 Gabapetin
Sycrest appena iniziato, inferiore a 5mg.

Non so se crede a ciò che ho passato sinora, ho 47 anni.

Mi dica cosa Le serve sapere di più, in quanto, per lo meno, possa ridurre le medicine.

Lavoro, sono impiegato in un'azienda, ufficio acquisti.

Oltre ai farmaci, le dico che soffro di una forte stipsi, evidentemente l'intestino è intossicato, dai farmaci. Uso sale amaro, inglese, per andare in bagno. Si sono create emorroidi ..
Ciò che ho scritto so che non è sufficiente, mi dica gentilmente, altre cose che vuole sapere di me.
Il mio scopo è ridurre i farmaci.
Cordialmente..

Lettera firmata

RISPOSTA

Buongiorno Anonimo,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Veniamo a noi...

Tornando indietro nel tempo, se il PRIMO, dico il PRIMO "specialista" che l'ha avuta in "cura" avesse deciso di andare oltre al suo sguardo, lei si sarebbe sicuramente risparmiato ben venti anni di NON VITA.

Sicuramente il principale colpevole è sicuramente lei ma altrettanta responsabilità l'hanno tutti quei medici che si limitano a prescrivere bombe chimiche che altro non fanno se non coprire i sintomi a spese di una pesantissima intossicazione dell'organismo che porta, come SEMPRE, a uno stato di cronicizzazione.

Lei continua a stare male perché DA SEMPRE sta percorrendo la strada sbagliata.

Il nostro organismo è una macchina capace di autogestirsi ed autoguarirsi. Siamo su questo pianeta da milioni di anni, ben prima che fossero inventati i farmaci e gli psicofarmaci in particolare.

Nessuno, dico NESSUNO ha bisogno di farmaci per vivere. Alcune loro tipologie possono essere utili nei casi di assoluta emergenza (incidenti, fratture etc...) ma gli psicofarmaci NON HANNO POSTO nella vita umana in nessun caso.

La sua biochimica cerebrale sta urlando a squarciagola solo una cosa: LASCIATEMI IN PACE.

100 miliardi di neuroni, capaci di controllare funzioni milioni di volte più complicate di qualunque personal computer, vengono giornalmente ostacolati dalla merda chimica che assume e dalle porcherie alimentari ed emozionali che assimila.

Riprova ne è il suo intestino: se non andiamo al cesso regolarmente, mai e poi mai possiamo pensare anche lontanamente di poter ristabilire la nostra salute mentale.
Questo è il piano di battaglia.

1) Acquistare immediatamente il mio libro "Assassini in pillole: la Psichiatria moderna vista con gli occhi di un carabiniere". Non divento certo ricco vendendole un libro, ma a lei permetterà di capire finalmente in chiave igienista come funziona il corpo umano e come lo si mantiene in salute.

2) Leggere ATTENTAMENTE questo vademecum che spiega ESATTAMENTE come ripristinare la salute quando si è in terapia psichiatrica http://pietrobisanti.blogspot.it/2015/12/come-ci-si-disintossica-dagli.html, e potrà seguire il piano alimentare ivi esposto.

Io ci sono

Pietro Eupremio Maria Bisanti


Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pietrobisantiblog@gmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.















LA FIBROMIALGIA NON ESISTE: METTETEVELO IN TESTA UNA VOLTA E PER TUTTE

LETTERA

Ciao Pietro,

Da un po' di tempo sono presente sul tuo gruppo, cerco di seguire i tuoi consigli.

Sono affetta da fibromialgia e la mia vita sta diventando un inferno. Unico farmaco che prendo è Lyrica, 25mg al giorno. I risultati sono minimi. Vado avanti solo con la forza di volontà..ho cambiato il modo di nutrirmi mangiando verdura frutta e ogni tanto legumi e pochissima pasta integrale.

Vorrei che mi aiutassi ad escludere tutto ciò che potrebbe danneggiarmi. Non è facile ma so che è l'unico tentativo che può forse salvarmi. Sono devastata fisicamente e psicologicamente.

Grazie e buona domenica.
Ps: prendo Eutirox per tiroide rimossa e pastiglia per la pressione.

Lettera firmata


RISPOSTA

Buongiorno Anonima,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Veniamo a noi...

Parliamoci bene chiaro: fai forse parte della stragrande maggioranza di persone che credono che basti prendere un'accozzaglia di sintomi, classificarli e dargli un nome per creare dal nulla una patologia?

Perché questo è la fibromialgia, senza se e senza ma.

Risulta invece molto più difficile ammettere a SE STESSI di aver trattato negli anni il proprio corpo come un sacco dell'immondizia invece che come una reliquia.

Tu ti soffermi sul termine "fibromialgia" ma dimentichi che se sei senza tiroide e prendi la pastiglia per la pressione certo non hai seguito le leggi di Madre Natura per quanto riguarda il rispetto per il proprio corpo...

E ad un'accozzaglia di sintomi, tu rispondi con un farmaco sintomatico, come d'altronde TUTTI i farmaci.

Non ti è mai balenato per la testa di voler finalmente SRADICARE le cause - siano essere organiche/alimentari/ambientali/psicologiche/emozionali - alla base del malfunzionamento del tuo corpo?

Hai già migliorato l'alimentazione ma bisogna fare di più.

Se sei pronta a metterti in gioco, io sono pronto ad aiutarti da igienista e NON medico.

Ma le decisioni sulla propria salute NON vanno MAI delegate a nessuno.

Ci sentiamo in privato.

Pietro Eupremio Maria Bisanti
Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pietrobisantiblog@gmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.



Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.







DISINTOSSICAZIONE DA LAROXYL: GRAZIE A PIETRO BISANTI E' UN TRIONFO

LETTERA

Caro Pietro, desidero scriverti unicamente per ringraziarti, e perché la mia esperienza possa essere utile per chiunque voglia intraprendere un percorso ai fini di disintossicarsi da psicofarmaci ed antidepressivi e da un'alimentazione errata e velenosa.

Voglio ringraziarti, poiché ti avevo scritto a inizio settembre ed ero disperata, in quanto dopo una cura fatta con il Laroxyl per trattare l'emicrania, ero completamente alle prese con sintomi invalidanti di tachicardia, orticaria, vertigini e forti sbandamenti, nonché un aumento di peso di 14 kg circa per me che sono piuttosto bassa (161 cm).

Ero arrivata a pesare circa 60 kg e stavo malissimo, avevo difficolta' persino a camminare a causa di dolori alle articolazioni e altre problematiche legate al peso, insomma a 39 anni mi sentivo come una persona di 70 anni...oggi grazie a te, adottando una alimentazione di esclusione completa da latte, glutine e proteine animali (prima di scriverti ero vegetariana ma consumavo ancora glutine e talvolta qualche latticino) sto lentamente tornando ad un peso accettabile per la mia costituzione.

Ora peso circa 49 kg, mi mancano ancora un paio di chili per raggiungere il  mio peso forma, e anche vertigini, tachicardia e sbandamenti stanno piano piano scomparendo, sto cominciando di nuovo a riassaporare un po' di gioia per la vita riavvicinandomi anche allo sport, mia grande passione.

La mia alimentazione si basa esclusivamente sul consumo di verdura cruda ma anche cotta, frutta e riso integrale o cereali integrali senza glutine. Unico strappo alla regola è una pizza vegana senza glutine il sabato sera.

Per questo ti ringrazio in modo particolare e di cuore per tutto quanto fai in modo onesto e disinteressato, perché sei di grandissimo sostegno a tante persone che come è successo a  me, sono da anni in preda ai danni arrecati dagli psicofarmaci.

Ancora un grazie enorme e di cuore. Ti auguro di continuare sempre il tuo splendido percorso ai fini di trasmettere alle persone che è possibile ritrovare il proprio equilibrio ma come dici tu, solo rispettando il proprio corpo e trattandolo bene.

Colgo l'occasione anche per farti gli auguri di Natale.

Un forte  abbraccio e grazie, grazie, grazie di cuore.

Roberta

RISPOSTA

Buongiorno Roberta,
che cosa devo aggiungere?

Le tue parole mi ripagano di tutta la merda che ho dovuto e che devo giornalmente affrontare per portare avanti questo progetto informativo senza precedenti.

Quando sei nel giusto, e sai di stare letteralmente salvando la vita di altri esseri umani, non c'è tempo da perdere in sterili polemiche.

Alla fine, però, io non salvo la vita proprio di nessuno: OGNUNO DI NOI SALVA LA PROPRIA, SOLO SE LO VUOLE E SI IMPEGNA VERAMENTE.

Io sono la benzina, ma VOI dovete essere la miccia.

Avanti così
Pietro Eupremio Maria Bisanti

Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pietrobisantiblog@gmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.



Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.







"HO BISOGNO DI AIUTO LEGALE: SONO NELLE MAGLIE DEL CSM"

LETTERA

Gentile e stimatissimo Pietro Bisanti, 

ho letto già forse in una altra occasione, di un servizio di consulenza o supporto legale, io sono capitato nelle maglie del Csm del mio territorio perché non contento e delle mie richieste e dei tempi di attesa dello psichiatra del mio distretto sanitario, convinto di aver fatto un salto di qualità non conoscendo nemmeno l'esistenza dei Csm, sono capitato dalla padella alla brace.

I farmaci che mi hanno prescritto e dopo ripetute lamentele continuano con rara ostinazione ad essere gli stessi, alle volte avverto che mi fanno male, ci sono giornate di angoscia e irritabilità che non vengono prese come lamentele di un lagnoso. 

Il tuo impegno contro questa categoria è ammirevole anche se della tua terapia non conosco niente, ti chiedo di essere aiutato o consigliato, perché almeno dalle mie parti è un servizio scadente e autoreferenziale sulla pelle dei malati, in attesa di un tuo cortese riscontro ti saluto con stima non misurabile, ripeto non per la tua terapia ma per la sensibilità che comunque dimostri verso chi è considerato come forse tutti non una persona bisognosa di aiuto ma di una macchina da tentare di mantenere in piedi.

Lettera firmata


RISPOSTA

Buongiorno Anonimo,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Veniamo a noi...

La sua situazione va affrontata a 360 gradi:

1) Lei non lo specifica ma bisogna capire il PERCHE' lei è finito tra le maglie psichiatriche. Non si "sbrocca" senza motivo. Vi è sempre una ragione organica/alimentare/ambientale/emozionale per cui ci si destabilizza psicologicamente.

2) Lei sta parlando con un igienista e non con un medico: la mia convinzione è che il corpo sia una macchina capace di autoguarirsi ed autogestirsi allorquando gliene venga data la possibilità. Quindi il mio concetto di guarigione è uno solo: dismissione lenta e costante dei farmaci e cambiamento RADICALE dello stile di vita alimentare/ambientale/emozionale.

3) Una volta acquisite tutte le informazioni di cui sopra, se lei sposerà la stessa visuale di approccio alla salute, sarà possibile per me intercedere quale "fiduciario" presso il CSM competente per far valere le sue ragioni.

Si ricordi che non metto la faccia con chi nasconde i dettagli oppure ritiene di poter continuare a vivere trattando il proprio corpo come una latrina, in attesa del prossimo ricovero.

Forza e coraggio
Pietro Eupremio Maria Bisanti

Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pietrobisantiblog@gmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.



Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.








"POSSO, IN REGIME DI TSO, SCEGLIERE LA FORMA FARMACEUTICA DA ASSUMERE? POSSO EVITARE LE PUNTURE DEPOT?"

LETTERA

Salve, scusi per il disturbo, sono un ragazzo in trattamento con antipsicotici contro la sua volontà e disperato, che ha letto il suo blog e lo ha visto come un faro di speranza per cercare di volgere al meglio la propria situazione e informarsi in merito.

Volevo chiedere se per caso sa se, in regime di tso, è possibile scegliere la forma farmaceutica (es iniezioni o compresse) della terapia da assumere, o se lo psichiatra può obbligarci a scegliere quella che vuole.

Lo chiedo in quanto disperato vista la mia paura degli effetti collaterali delle iniezioni long acting che sto subendo, che data la loro natura non possono essere evitati semplicemente sospendendo il farmaco in caso di manifestazione.

Lettera firmata


RISPOSTA

Buongiorno Anonimo,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Veniamo a noi...

La risposta alla sua domanda è ASSOLUTAMENTE SI'.

Anche in regime di TSO, al paziente DEVONO essere proposte un ventaglio di terapie e il medesimo ha la possibilità di scegliere.

Quindi lei ha il DIRITTO di rifiutare la terapia depot in favore di una orale.

Questo in teoria...

Nella pratica, una volta che si è "farmacologicamente sottomessi" diventa molto difficile far valere i propri diritti.

Ecco perché è importante farsi assistere da un "fiduciario", in pratica una persona a cui si delega la supervisione della propria situazione.

Io sono disposto ad aiutarla, come faccio da anni per moltissime altre persone, ma è indispensabile chiarire la SUA SITUAZIONE.

Lei non dice nulla del perché è finito in TSO e della motivazione per cui abbiano optato per la terapia depot.

Si ricordi MOLTO BENE che il mio parere da igienista e da non medico è e rimane uno solo: la dismissione dei farmaci è solo il primo passo per tornare in salute (e deve essere portata avanti in maniera lenta e costante). Assieme a questa deve esserci una svolta radicale dello stile di vita, soprattutto alimentare, oltre che emozionale.

La salute, a mio umile parere, si ristabilisce così.

Quindi, non sono disposto a mettere la mia faccia se non ho dall'altra parte una persona che abbia la determinazione di voler cambiare.

Infatti, dismettere i farmaci e continuare a farsi le canne, fumare, mangiare merda e vivere di merda è garanzia di un nuovo ricovero a breve.

Quindi, o si ha un modo di vedere la salute in stile igienista, oppure si continuano a seguire medici e psicofarmaci.

Il mio ultimo consiglio, indipendentemente da tutto, è quello di far inserire in cartella clinica il suo rifiuto alla terapia depot: sono obbligati a trascriverlo.

Forza e coraggio

Pietro Eupremio Maria Bisanti

Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pietrobisantiblog@gmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.



Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.







domenica 24 dicembre 2017

"IL NATALE IN REALTA' E' OGNI GIORNO": ENNESIMA, FENOMENALE TESTIMONIANZA DI GUARIGIONE

DAL SERVIZIO "CHATTA ORA" DEL BLOG DI PIETRO BISANTI

My Live Chat
LiveChat Offline Message Received
Dear pietro eupremio maria bisanti,
You have received an offline message, sent from mylivechat.com with the following details:
Name:
*******
Email:
********
Time:
2017-12-19 19:31:26
Page Title:
ALIMENTAZIONE E SALUTE di PIETRO BISANTI
Page Url:
http://pietrobisanti.blogspot.it/
Referrer:
https://www.google.it/
IP:
79.52.212.230
Location:
Rome, Lazio, Italy
Client:
Win10/ Chrome63/ it-IT
Subject:
Alla Grande! Grazie
Message:
Buon pomeriggio Pietro. Come sta? Mi auguro in uno stato di salute eccellente. Ci siamo sentiti a Febbraio relativamente il mio abuso di prodotti per alterare le prestazioni sportive avvenuto cinque anni fa. Ho dismesso l'invega. Mangio esclusivamente cibo sano ovvero verdura frutta ogni tanto legumi e cereali e sono "rinato". Una gioia di vivere, un energia ed una lucidità mentale incredibili. Può fornirmi le coordinate per una donazione. A Gennaio sono a Milano. Accordandoci possiamo stringerci la mano di persona. Il mio recapito è ******. Un abbraccio e buone feste (il Natale in realtà è ogni giorno). *******

Thank you for using mylivechat.com for your Live Chat services.
Sincerely,
My Live Chat Team

RISPOSTA

Pubblico senza aggiungere molto altro.

Ci sono due strade: quella medica, che pensa di "curare" i mali dell'animo umano attraverso la somministrazione coatta di droghe legalizzate, unita a un'alimentazione orripilante e contronatura oltre che a zero empatia e rispetto per la sacralità dell'essere vivente che hanno davanti; oppure quella igienista, che METTE AL CENTRO L'ESSERE UMANO, che non distrugge il suo IO più profondo e che lo aiuta, attraverso cibi vivi e parole d'amore a tornare alla vita.

Lei ha scelto. E ha scelto bene.

Migliaia e migliaia di persone stanno tornando alla VITA grazie a questo blog, nato in sordina nel maggio 2011.

Sono solo un piccolo uomo, ma se morissi oggi stesso non avrei alcun rimpianto.

Avanti così
Pietro Eupremio Maria Bisanti

TANTE DOMANDE DA UN RAGAZZO "SCHIZOFRENICO" SOTTO CLOZAPINA E QUIETAPINA CHE SI STA SVEGLIANDO

LETTERA

Ciao Pietro sono un ragazzo che ti aveva scritto nel blog. Mi hanno diagnosticato la schizofrenia a 19 anni ed ora prendo clozapina e quietapina per tirare avanti la vita. 

Ma io voglio di più voglio parlare e ridere e voglio ragionare con il mio vero cervello. Sto seguendo i tuoi consigli e da una settimana ho tolto glutine e caseina prima. La carne non ancora ma le proteine le si possono prendere dai vegetali. 

La mia domanda è: adesso mi sento più veloce nei ragionamenti e più vivo e carico. È un po' che i dottori non mi vedono e quando ritornerò mi vedranno sveglio e non tonto. Anche se prendo la terapia. 

Voglio prima mettere a posto il corpo e poi iniziare a scalare. Ora vado al csm quindi non privato. 

Sto facendo delle sedute di emdr se sai cosa è per attacchi di panico quando so che è tutto causato da bassa dopamina dovuta ai farmaci. Se mi vedono così carico anche se sono lucido e non do segni di psicosi possono costringermi al tso e mandare qualcuno a prendermi? 

Dovrei staccarmi ed andare da uno privato? Dovrei sentire un avvocato che mi tutela? Ho paura perché ho un lavoro e sono felice...Ti ringrazio perché Grazie al tuo blog mi hai svegliato e stai aiutando tanti prigionieri di questo sistema che seda l'anima delle persone.

Lettera firmata


RISPOSTA

Buongiorno Anonimo,
e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Veniamo a noi...

Grazie anzitutto per le tue parole finali. Moltissime persone nemmeno si chiedono cosa significhi portare avanti un lavoro informativo di questa portata. 

Io me ne fotto altamente: non sono in cerca di gloria. Sto solo dando il mio contributo personale al "risveglio" del mondo; risveglio di chi VORRA' SVEGLIARSI. Qui non si obbliga nessuno a niente, si insegna a prendere in mano la propria esistenza senza delegarla a nessuno.


Da quanto scrivi nella tua email, si comprende bene che stai intraprendendo la strada giusta, e stai sperimentando su te stesso cosa significhi cominciare a trattare il proprio corpo non come un sacco dell'immondizia bensì come una reliquia.

Non sono qui però a fartela facile. Glutine e caseina sono mostruosamente intossicanti, e sicuramente stai ottenendo benefici dalla loro eliminazione.

Non dimentichiamo al contempo che, comunque, TUTTO il tuo organismo è sotto attacco di una terapia psicofarmacologica MOSTRUOSA e INVASIVA.

Non finisco mai di sbalordirmi di come la "moderna" Psichiatria ragioni: ti hanno abbinato due antipsicotici, tra cui la famigerata Clozapina, che già da sola, in ambito medico, viene considerata "l'ultima spiaggia" allorquando tutte le altre terapie non "abbiano fatto effetto".

Qualcuno ti ha quindi mai detto che dismettere tale farmaco sia mostruosamente difficile e pieno zeppo di insidie?

Ho visto con i miei occhi tante persone che hanno provato a dismettere la Clozapina: chi lo fa troppo velocemente, rischia crisi psicotiche ALLUCINANTI. Mi sento quindi di dirti di andare piano, molto piano.

Se fossi in te scalerei prima la Clozapina, e lo farei nell'ordine del 5% al mese. Impiegaci anche 20 mesi, ma evita il più possibile di finire in crisi psicotiche a cui la società risponderebbe imbottendoti ancora di più.

Dopo un mese dalla dismissione della Clozapina, comincerei a dismettere l'altro farmaco, nell'ordine del 10% al mese. Quindi 30 mesi di dismissione totale.

E sono assolutamente d'accordo su come tu ti stia muovendo: concediti due-tre mesi di miglioramento alimentare, per poi cominciare la dismissione.

Ricorda però che non basta l'eliminazione di glutine e caseina. Bisogna virare con GRADUALITA' ma con COSTANZA verso un'alimentazione vegana, ad alti livelli di crudismo e a bassissimi livelli di grasso. Tanta tanta tanta frutta.

Questo però, come detto, deve avvenire con gradualità, perché il tuo corpo è così gravemente intossicato dalla merda che assumi che, paradossalmente, ha bisogno di tempo per riabituarsi a ricevere cibo "giusto e normale".

E togliti dalla testa quelle boiate sulle proteine. L'uomo ne ha bisogno di una quantità irrisoria, che trova comodamente nella frutta e nella verdura crude. Altrimenti, come diamine giustifichi la potenza del gorilla, del rinoceronte, del toro? Basta farsi prendere per il culo da questi luoghi comuni da lobotomizzati sociali!

Frutta e verdure crude: tutto il resto è "optional".

Anche le sedute di EMDR: ben venga ciò che ritieni possa darti una mano, ma tieni bene a mente che la guarigione NON consiste nella soppressione del sintomo bensì nel riequilibrio totale del corpo anche e soprattutto attraverso un'alimentazione e uno stile di vita impeccabili.

Ora passiamo al lato squisitamente giuridico...

Fuori dal regime di TSO, nessuno può essere obbligato a nulla, tanto meno all'assunzione di farmaci.

Non sei quindi obbligato a frequentare né il CSM né uno psichiatra privato.

Tra la "teoria" e la "pratica" le cose però possono cambiare enormemente.

Infatti, tu hai il diritto, in assenza di un'urgenza psichiatrica, di fare quel diamine che ti pare, ma LORO hanno comunque le armi del TSO e dell'ASO, con l'aggiunta di una ampia "libertà" di diagnosi...

E non sempre lo fanno in cattiva fede: si sentono responsabili di chi hanno in carico, e in parte lo sono in relazione a quanto indicato dal Codice Civile, e per loro "curare" significa "prescrivere farmaci".

Hanno paura delle conseguenze giuridiche di un atto violento commesso da un loro paziente quanto il paziente stesso ha paura di loro: un cane che si morde la coda.

Quindi, una volta "presi in carico" il mio consiglio è di sganciarsi con intelligenza, senza "aggredirli".

Nel tuo caso specifico, vai avanti a presentarti ai colloqui, sii sempre collaborativo, e quando ti sentirai pronto alla dismissione dai farmaci, se lo vorrai, provvederò ad assisterti nelle comunicazioni con il CSM, in modo che si provi a concordarlo con loro. 

Nessuno ha "interesse" a farti un TSO senza i presupposti di Legge: stai assumendo la terapia e non sei in urgenza psichiatrica. Non stai "fuggendo" da loro. Quindi non devi temere nulla. Se ci dovesse essere un abuso bello e buono, fammi sapere subito, e verrai aiutato e assistito come faccio con tutti.

Puoi anche valutare la presa in carico da uno psichiatra privato (e anche in questo caso saprei da chi indirizzarti). In questa circostanza, si comunicherebbe formalmente al CSM che stai continuando il tuo percorso di cure privatamente.

Come vedi ci sono soluzioni diverse, e devi essere tu a scegliere cosa fare.

Io non ho il benché minimo dubbio che la guarigione VERA e DURATURA sia solo una: dismissione dei farmaci lenta a costante, cambio alimentare ed emozionale lento e costante, sganciamento dal CSM attraverso un protocollo concordato di dismissione con loro o presa in carico da uno specialista privato.

Senza fretta. 

Con calma, prudenza e intelligenza si arriva dove si deve arrivare.

Inutile correre per poi finire ricoverati e fare un passo in avanti e mille indietro, no?

Rifletti sulle mie parole e decidi: chiunque segua la via della salute, avrà sempre il mio appoggio incondizionato.

Avanti così

Pietro Eupremio Maria Bisanti

Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pietrobisantiblog@gmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.



Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.