ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!

ACQUISTA IL LIBRO. SCRIVI A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM O COMPILA MODULO DI CONTATTO. SOSTIENICI!
LA PSICHIATRIA MODERNA VISTA CON GLI OCCHI DI UN CARABINIERE: PSICHIATRI E PSICOFARMACI FINALMENTE MESSI A NUDO PER QUELLO CHE SONO. L'UNICO LIBRO IN ITALIA CHE VI DICE CHIARAMENTE COSA SIANO VERAMENTE LA PSICHIATRIA E GLI PSICOFARMACI. COME LIBERARSI DA QUESTE DROGHE LEGALIZZATE E RICOMINCIARE A VIVERE, ANCHE ATTRAVERSO UN RINNOVATO REGIME ALIMENTARE. PSICOFARMACI ALLA GUIDA, PSICOFARMACI AI BAMBINI, PSICOFARMACI AGLI ANZIANI...C'E' TANTO, TANTO DA LEGGERE. UNA VERA BIBBIA DEL SETTORE. ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE. IL LIBRO CHE STA AIUTANDO MIGLIAIA DI PERSONE AD USCIRE DALLA DIPENDENZA DEGLI PSICOFARMACI. PER ORDINARE: COSTO EBOOK 16 EURO, COSTO CARTACEO 30 EURO (COMPRESA SPEDIZIONE). Dati beneficiari a mezzo BONIFICO BANCARIO Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Conto di accredito: IT95X0760105138200717600721 Banca e filiale: ENTE POSTE ITALIANE, VIALE EUROPA, 175 - 00144 - ROMA. Dati beneficiari a mezzo RICARICA POSTEPAY Beneficiario: Pietro Eupremio Maria Bisanti Codice fiscale: BSNPRP75S24F205O Numero carta postepay: 5333-1710-0229-5513. NELLA CAUSALE INSERIRE LA PROPRIA EMAIL NEL CASO DI ORDINE DI EBOOK O L'INDIRIZZO COMPLETO NEL CASO DI ORDINAZIONE DI LIBRO CARTACEO. NEL SOLO CASO DI PAGAMENTO A MEZZO POSTEPAY, SCRIVERE LE SUDDETTE INFORMAZIONI A: PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. PER QUALUNQUE, ULTERIORE INFORMAZIONE SCRIVICI SEMPRE A PIETROBISANTIBLOG@GMAIL.COM. SOSTIENICI INOLTRE, SE PUOI, CON UNA DONAZIONE!

NO ALLA PSICHIATRIA

Battiamoci per un mondo senza psicofarmaci, dove i disagi di natura psichiatrica vengono investigati attraverso l'analisi delle cause organiche/psicologiche del singolo individuo, e non attraverso la somministrazione anche coatta di vere e proprie droghe legalizzate.
Invia la tua storia a pbisant@hotmail.com.
La consapevolezza è l'unica arma vincente.
Si precisa che è ammessa la divulgazione di tutti i contenuti di questo blog con perentoria citazione della fonte

Informazioni personali

La mia foto
Milano, Italy
Maresciallo Capo dell'Arma dei Carabinieri (dal 24.09.1994 al 31.12.2017), ora docente ufficiale della prima scuola privata igienista italiana "Health Science University", attivista per i diritti umani, vegano-crudista e strenuo difensore dei diritti degli animali, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all'utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall'uomo: gli psicofarmaci. L'intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. NOTA BENE: QUESTO SITO RIFLETTE IL PENSIERO ESCLUSIVO DEL SUO AUTORE E NON HA ALCUN COLLEGAMENTO ED/O ESPRIME CONSIDERAZIONI IN NOME E PER CONTO DELL'ARMA DEI CARABINIERI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI

TUTTI I VIDEO DI PIETRO BISANTI
CLICCA PER COLLEGARTI AL CANALE YOUTUBE DI PIETRO BISANTI, OVE TROVERAI TUTTE LE SUE LEZIONI E LE SUE INTERVISTE

PROFILO FACEBOOK

PROFILO FACEBOOK
RIMANI IN CONTATTO SU FACEBOOK CON PIETRO BISANTI

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO

UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO
UNIVERSITA' DELLA SALUTE DI VALDO VACCARO. PIETRO BISANTI DOCENTE UFFICIALE. CLICCATE PER MAGGIORI INFORMAZIONI

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO

SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO
HAI UNA URGENZA ECONOMICA E NON SAI COME FARE? SCOPRI IL MERAVIGLIOSO SERVIZIO DI MUTUO AIUTO "SALVADANAIO DI PRONTO SOCCORSO" E VERIFICA COSA L'AMORE E LA RECIPROCA ASSISTENZA POSSONO FARE

giovedì 3 agosto 2017

"HO SCOPERTO IL TUO BLOG: DALLA DISPERAZIONE E' NATA IN ME UNA SPERANZA". LIBERIAMOCI, UNA VOLTA E PER SEMPRE, DA QUESTA MERDA CHIMICA

Ciao Pietro, 

mi chiamo ********, da 4 giorni ho scoperto il tuo blog e dalla disperazione è nata in me una speranza. Ho 37 anni e da 14 anni prendo psicofarmaci per un crollo di ansia generalizzata e depressione maggiore grave dopo la fine della prima storia d' amore quando avevo 23 anni. 

Ho tentato due volte di toglierli, la prima volta sotto supervisione dello psichiatra ma dopo 6 mesi sono ricrollata con gli stessi sintomi e lo psichiatra mi ha detto che evidentemente il mio cervello non ce la faceva da solo a produrre serotonina e quindi dovevo riprenderli, anche a vita, non mi ha detto che era una crisi da astinenza fisiologica!!! E nessuno psichiatra che ho visto mi ha mai detto niente del genere... 

A fine 2014 ho smesso di colpo gli psicofarmaci (1 capsula di Lyrica 75mg e 1 compressa di sereupin 20mg ) e dopo nove mesi sono ricrollata per cui ho riassunto la stessa terapia. 

Ma oramai la mia qualità di vita e' deteriorata, ho l'intestino bloccato, uso lassativi, clisteri, ho sempre sonno, sono senza energia, non sento più niente a livello sessuale, sono ingrassata di dieci kg perché ho sempre fame soprattutto di dolci e carboidrati, mi sono laureata dopo dieci anni, in una laurea (psicologia) che non serve a niente se hai problemi mentali, e mi ritrovo a vivere ancora con i miei perché non sono riuscita a costruirmi una professione perché stavo sempre male, ora sono precaria, e quando va bene porto a casa 445 euro lavorando per cooperative... e non riesco a usare la mia testa per prepararmi per un concorso, per studiare e assicurarmi un futuro. 

E sono terrorizzata per la fine che posso fare perché i miei genitori non ci saranno per sempre. 

Ma il tuo blog ha riacceso la speranza, i miei genitori sono collaborativi e mi hanno detto che ho tutto il loro appoggio e aiuto per fare il percorso di cui tu parli. Ma ad esempio non so come fare per scalare bene gli psicofarmaci, quale scalare prima e come si fa a scalare del 10% una capsula che contiene della polvere. Volevo chiederti se mi puoi mandare una copia cartacea del tuo libro e le coordinate bancarie cosi posso leggere e informarmi bene. 

Grazie per quello che fai e per l' aiuto che potrai darmi. 

Lettera firmata


RISPOSTA

Buongiorno Anonima,

e grazie di aver scritto a questo piccolo uomo.

Come dico sempre, non sono un medico, non faccio diagnosi, non curo nessuno né prescrivo alcunché, e ben me ne guardo dal farlo, essendo io stesso un autentico sostenitore della capacità autoguaritiva del corpo umano, allorquando gliene venga data la possibilità.

Veniamo a noi.

Se il "luminare" che ti aveva visitato, 14 anni or sono, avesse lontanamente preso in considerazione sia IL POTERE DI UNA PAROLA GENTILE che LA FORZA DI UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE senza dubbio ora non ti troveresti nella merda in cui ti trovi e non avresti buttato anni della tua vita.

"Del senno del poi son pien le fosse" e io sono qui per ribadirti che una alternativa ESISTE ECCOME e starà a te scegliere.

Anni e anni di psicofarmaci costringono la biochimica cerebrale a camminare in una condizione di disequilibrio; il cervello, infatti, non "sta fermo" davanti a un bombardamento chimico che ritiene assolutamente innaturale, anzi, produce tutta una serie di sostanze atte a controbilanciare gli effetti nefasti di ciò che riconosce come un autentico invasore.

Quando gli psicofarmaci vengono tolti di botto (ma anche scalando troppo velocemente e ANCHE scalando normalmente) il corpo continua a produrre sostanze di contrasto agli stessi ANCHE IN LORO ASSENZA o in QUANTITA' DIMINUITA....

Esempio: assumo un antidepressivo che è e rimane una sostanza eccitante. Il corpo, per controbilanciare, produce sostanze calmanti ovvero smette di produrre autonomamente quelle che gli servono per mantenere un umore stabile, in base al fatto che "se arrivano dall'esterno, inutile produrle", come avviene in caso di somministrazione di ormoni.

Quando l'antidepressivo viene tolto, il corpo, prima di ricominciare a produrre le sostanze atte a ottenere un umore stabile ovvero a smettere di produrre quelle calmanti in opposizione, passa attraverso delle fasi di vero e proprio riallineamento biochimico.

Queste fasi, che altro non sono che BENEFICHE crisi da dismissione (che possono diventare pericolose allorquando non comprese, oppure in eliminazione di botto dei farmaci o per scalaggi troppo veloci) sono il modo che il corpo ha di tornare in una fase di omeostasi, cioè di equilibrio.

Il tuo psichiatria, come la maggior parte di questi "professionisti" incapaci di comprendere che il corpo umano NON è un pupazzo bensì un'organismo atto ad AUTOGESTIRSI ED AUTORIPARARSI, ha scambiato tale crisi da dismissione con il "ritorno della malattia" o l'"incapacità del tuo cervello di produrre serotonina".

Ora, capito ciò, va compreso anche che la maggior parte dei fallimenti in caso di dismissione avviene proprio perché il corpo, in una fase così delicata, ha bisogno di essere trattato con i guanti bianchi, togliendo tutte le sostanze che possono interferire con il processo di disintossicazione e fornendo tutte quelle indispensabili per funzionare bene: in pratica, i principi dell'Igienismo Naturale, chiudendo il rubinetto dei veleni in entrata e aprendo quelli in uscita.

L'alimentazione vegancrudista a bassissimi livelli di grasso e a ZERO GLUTINE è l'arma principale da usare, assieme al sole, all'aria pulita e all'esercizio fisico moderato.

Sembra semplice e in realtà lo è: TUTTI SIAMO NATI PER STARE IN SALUTE.

L'uomo è sulla Terra da milioni di anni e da 200 sembra che senza gli psicofarmaci NON si possa più condurre una vita soddisfacente.

Siamo circondati da persone che hanno la mente DEVASTATA perché il loro CORPO FISICO è devastato.

E tu lo hai capito.

Ci sentiamo in privato.

Forza e coraggio

Pietro Eupremio Maria Bisanti

Per tutti: questo epocale lavoro informativo non chiede niente a nessuno. Viviamo di donazioni spontanee. Chiunque voglia aiutarci, può farlo attraverso le indicazioni che trovate in alto a destra.

Per i nuovi lettori: scandagliate tutto il blog, in quanto è una miniera di informazioni disponibili gratuitamente per tutti.

Per tutti: chiunque abbia subito un danno personale o di un suo congiunto/amici, può mandare la propria storia a pietrobisantiblog@gmail.com

Per tutti: per ricevere la newsletter del blog, iscrivetevi utilizzando la relativa funzione nella colonna a destra.

Per tutti: con la funzione "ricerca google" in alto a destra, potete inserire delle parole da ricercare (ad esempio "psicofarmaci e suicidio", "prozac" etc...) in modo tale che vengano ricercati gli articoli relativi all'argomento desiderato.


Per tutti: mi trovate su "FACEBOOK" con il mio nome Pietro Bisanti


ATTENZIONE! RISPONDO A TUTTI. PURTROPPO STO RICEVENDO PIU' EMAIL DI QUANTE NON NE RIESCA AD EVADERE. CHIUNQUE ABBIA URGENZA E' PREGATO DI SEGNALARLO


ATTENZIONE! È NATO IL FORUM DEL BLOG "ALIMENTAZIONE E SALUTE". LO TROVATE IN ALTO A DESTRA. ISCRIVETEVI IN MODO TALE DA CREARE FINALMENTE UN LUOGO OVE IL DIBATTITO ANTIPSICHIATRICO NON SIA CENSURATO.


Siamo ora in grado di offrire un servizio di tutela legale, per chiunque si trovi tra le maglie della psichiatria o abbia subito da essa un danno.

Il concetto è molto semplice: chi può pagare poco, paga poco; chi non può pagare nulla, non pagherà nulla e noi interverremo comunque, per il semplice concetto che un essere umano in difficoltà deve sempre essere aiutato; chi può pagare tanto, pagherà il giusto e sarà a sua discrezione donare qualcosa a questa causa.

In questo modo, in base alle proprie possibilità, questo innovativo servizio potrà rimanere in piedi, senza sprofondare dopo due giorni.

SIAMO INOLTRE IN GRADO DI FORNIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA PSICOLOGICA NON ATTRAVERSO IL SOLITO "PSICOLOGO DA LETTINO", BENSI' CON L'AUSILIO DI PROFESSIONISTI CHE AIUTINO VERAMENTE, SENZA "INCOLLARE" IL PAZIENTE A VITA.

Noi ci siamo. Per tutti, nel limite delle nostre possibilità.

















1 commento:

  1. Non si può sentire uno che fa dieci anni di università e dice quella cosa sul cervello e la serotonina,tra l'altro ad un paziente che assume farmaci da 14 anni.
    Stai alla larga da quella gentaglia.
    Sei fortunata perchè i tuoi genitori sono dalla tua parte,questo è davvero importante,molta gente non ce la fa ad uscirne perchè è sola oppure ha dei famigliari che lo riportano dagli psichiatri appena pensano stia peggiorando.

    RispondiElimina

I commenti, positivi o negativi che siano, sono assolutamente apprezzati in questo blog.